MARTINSICURO – Il sottopasso di via Roma è stato riaperto con tre giorni di anticipo rispetto al previsto, ma all’orizzonte già si prospettano nuovi lavori da fare per risolvere definitivamente il problema delle infiltrazioni d’acqua che si depositano sul manto stradale. Nonostante i numerosi interventi effettuati già dalle precedenti amministrazioni e i 75mila euro di fondi del Bim spesi per rifare la soletta stradale, saranno necessari altri due tipi di interventi per eliminare definitivamente lo strato d’acqua che spesso si deposita sull’asfalto.

“Con i lavori appena conclusi – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Andrea D’Ambrosio – è stata rifatta la soletta stradale, che ha uno spessore di 40 cm, e con l’impermeabilizzazione l’acqua non fuoriesce più dal sottosuolo, ma continua a filtrare dai muri”.

Il prossimo intervento, che avrà un costo di circa 10mila euro, dovrà isolare il sottopasso dall’acqua che proviene dai terreni adiacenti. L’intervento, che non necessita la chiusura della strada poiché si interverrà sui muri dall’esterno, sarà realizzato prevedibilmente entro settembre, non appena il Comune riceverà l’autorizzazione dalle Ferrovie dello Stato.

Resterà poi da fare l’ultimo e più impegnativo lavoro, e cioè intercettare la linea delle acque che arriva dalla statale verso il sottopasso per incanalarla verso fosso Ottone. Un intervento piuttosto complesso il cui costo si aggira sui 150mila euro e che per questo, visto l’ingente impegno di spesa, ancora è in fase di definizione. Il Comune di Martinsicuro, però, è in attesa di ricevere dalla Regione i 350mila euro di ristorno dei danni dell’alluvione, di cui una parte potrebbe essere impiegata proprio per questo ultimo importante lavoro che sistemerebbe definitivamente il sottopasso di via Roma.

Terminati dunque i disagi per l’interruzione del traficco in una delle vie principali di accesso alla città, il 25 luglio Martinsicuro dovrà fare i conti con la chiusura di un’altra importante arteria della viabilità locale, via Colombo, che chiuderà per un anno e mezzo in vista della realizzazione del sottopasso ferroviario.

“Abbiamo chiesto alle Ferrovie di rimandare la chiusura della strada a dopo il 20 agosto – ha spiegato D’Ambrosio – per evitare ulteriori disagi durante il periodo estivo, ma seppure non ci siano ancora risposte ufficiali, sembra che posticipare la chiusura potrebbe comportare alla ditta esecutrice dei lavori problemi nel rispettare il crono programma”.

Si sta procedendo nel frattempo in questi giorni alla sistemazione di via Bolzano, la bretella che avrà il compito di recepire tutto il traffico di via Colombo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 735 volte, 1 oggi)