SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due album pubblicati a distanza di un anno l’uno dall’altro, la partecipazione al Festival di Sanremo 2011 nella sezione giovani e un tour che fa tappa in diverse zone d’Italia fra cui Caserta, il 27 luglio, e Treviso, il 1° Agosto. Non prima però di essersi fermati in Riviera, al Geko per l’esattezza.

Sono i numeri che contraddistinguono il successo de Le Strisce, una band napoletana composta da cinque musicisti ormai affermati nel panorama rock italiano e che saranno protagonisti con il loro concerto questa sera, mercoledì 18, a partire dalle ore 23 nel locale di via dei Tigli. Il programma dei “Mercoledì Live & Disco Garden” presenterà questa settimana la musica di un gruppo che trae ispirazione dal sound tipico delle band rock inglesi e americane cantato però rigorosamente in italiano.

Tutto inizia grazie al loro profilo MySpace, il popolare social network grazie al quale la band promuove le esibizioni e le demo e che in poco tempo, ha visto crescere velocemente il numero di contatti riuscendo così ad avere una visibilità tale da essere contattati dalla Emi Music Italy per pubblicare il loro album d’esordio “Torno ricco e famoso” uscito nel 2010.
Formato da dodici tracce, che raccontano le tante difficoltà con cui i giovani di oggi sono costretti a fare i conti a causa di una società sempre più povera di punti di riferimento, è grazie al loro primo lavoro che Le Strisce inizia il confronto con il pubblico grazie a una serie di interviste e tour promozionali che rappresentano per loro un momento di grande successo.

Ecco allora che nel 2011 la band partenopea esce con il secondo album “Pazzi e Poeti”, fra cui vi è “Vieni a vivere a Napoli”, il brano attraverso il quale partecipa alla sezione giovani di Sanremo 2011 arrivando in semifinale. La musica dei cinque musicisti, sarà dunque ospite in città con un concerto a ingresso gratuito preceduto dal consueto appuntamento con il dj-set di Bond previsto per le ore 22.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 233 volte, 1 oggi)