SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La parola fine sulla Notte Bianca 2012 verrà posta venerdì prossimo, quando gli organizzatori della manifestazione dell’estate – prevista per il 4 agosto – incontreranno l’amministrazione comunale. Si tratterà dell’appuntamento decisivo, nel quale sarà ufficializzata la presenza o meno della tradizionale discoteca sulla spiaggia, capace di radunare migliaia di giovani sino all’alba.

“Non è un problema di soldi”, continuano a ripetere i promotori. “Riusciremmo a metterla in piedi anche se dal Comune non ci venisse concesso nemmeno un euro”. Tradotto: che la giustificazione su un probabile annullamento dello show non venga dirottata sul versante economico.

Come già ripetuto altre volte, nel caso scomparisse la discoteca, all’appello verrebbero a mancare pure i fuochi artificiali, dato che lo spettacolo sarebbe per forza di cose legato alla figura della musica in spiaggia. Tornerà invece il taglio della torta, saltato nel 2011.

A quanto pare, tra le condizioni poste sul tavolo dall’Associazione Notte Bianca per la rinuncia all’evento tradizionalmente di casa presso la foce dell’Albula, ci sarebbe la garanzia da parte degli chalet della movida di offrire un’alternativa ai ragazzi altrettanto appetibile e, soprattutto, gratuita.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.480 volte, 1 oggi)