MARTINSICURO – Scoperto un accampamento abusivo sulla sponda del fiume Tronto a Martinsicuro. I carabinieri della locale stazione, guidati dal maresciallo Antonio Romano e coordinati dal capitano della compagnia di Alba Adriatica, Pompeo Quagliozzi, in collaborazione con i colleghi dell’unità cinofila di Chieti, sabato mattina hanno fatto controlli nell’ultimo tratto del quartiere Tronto, nella zona a ridosso del fiume. I militari hanno così scoperto un accampamento nascosto tra la fitta vegetazione, ricettacolo di sporcizia e probabile luogo di incontro per lo spaccio di droga. Sul posto i carabinieri hanno trovato un tunisino di 36 anni clandestino, che è stato portato in Questura per le pratiche di espulsione, ma dalle perquisizioni effettuate la droga non è stata trovata.

Nel corso dei controlli a Martinsicuro è stato anche denunciato un nordafricano di 46 anni per spaccio di droga. A lui i carabinieri sono risaliti dalle segnalazioni di una decina di assuntori che lo hanno riconosciuto come fornitore delle dosi. Sempre a Martinsicuro, nel corso di un’operazione della Questura di Teramo, è stato arrestato, su disposizione del Tribunale di Parma, H.W. 34enne tunisino, senza fissa dimora che dovrà rispondere di furto aggravato e possesso ingiustificato di strumenti atti all’offesa.

Gli agenti della Questura di Teramo e del Rearto Prevenzione Crimine di Pescara in servizio sulla costa, grazie ad una foto segnaletica diffusa dalla Questura di Parma, hanno riconosciuto il latitante mentre percorreva in bicicletta una via di Martinsicuro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.628 volte, 1 oggi)