MONTEPRANDONE – Chitarre roventi e atmosfere pulp per dare il benvenuto alla terza edizione di “Cose PoP“, la rassegna musicale organizzata dalla Consulta dei Giovani del Comune di Monteprandone.

Dopo due estati all’insegna della miglior musica indie-rock, con nomi emergenti che si sono definitivamente affermati a livello nazionale (Brunori Sas, Dente, A Toys Orchestra) quest’anno Cose PoP vuol proporre quattro serate diverse fra loro, che evocheranno mondi differenti ma con un denominatore comune, la musica di qualità.

Si comincerà lunedì 16 luglio alle 21.30 presso il Parco della Conoscenza di Centobuchi con i Guano Padano e i The Astrophonix, si proseguirà il 23 luglio in Piazza dell’Aquila a Monteprandone con i Bastian Contrario e i Diverba, ed ancora il 13 agosto sarà la volta della grande Nada ( con Criminal Jockers) e il 20 agosto si chiuderà con i Zen Circus.

Nella prima serata del 16 luglio la Consulta ha voluto proporre una serata dai toni “pulp” in compagnia dell’originale connubio Guano Padano – The Astrophonix.

I primi già conosciuti per varie collaborazioni (l’ultima con Mike Patton dei Faith no More) sembrano usciti direttamente da un film di Tarantino con venature western alla Sergio Leone. La band è composta da Danilo Gallo al basso, Alessandro “Asso” Stefana alla chitarra e Zeno Rossi alla batteria, questi ultimi fedeli collaboratori diVinicio Capossela.

Fra America e spaghetti western, i Guano Padano, con i loro primi due dischi hanno conquistato una vasta platea e incassato i complimenti della critica internazionale, scomodando rock, folk e musiche di confine.

I fiorentini Astrophonix  invece sono un trio esplosivo, capace di infiammare le piazze e far ballare le loro platee a ritmo di rock’n’roll. La band, fondata nel 2003, si è distinta sui palchi di tutta Italia, Europa e Asia per la grande tecnica e per uno stile fresco ed innovativo, con il quale ad ogni performance si rivitalizzano.

Serata da non perdere. L’ingresso è libero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 456 volte, 1 oggi)