GROTTAMMARE – Sono ormai volti al termine i lavori di riqualificazione del tratto di lungomare compreso tra la foce del torrente Tesino e via Ballestra, in direzione sud. Nella mattinata del 14 luglio, presso il palazzo comunale, è stato presentato il progetto definitivo-esecutivo che sarà inaugurato nel tardo pomeriggio di domenica 22 luglio alle ore 18.30.

Un milione e 70.356,99 mila euro il costo totale dell’opera (1.032.000,00 coperto da mutuo finanziato in conto interessi dalla legge Regionale 46/92) compreso il tratto nord già inaugurato nell’anno 2011 che ha visto, in entrambe le aree, un notevole abbattimento delle barriere architettoniche e una maggiore fruibilità, sia dei pedoni, sia dei mezzi a pedali.

Sono 800 i metri percorribili e di nuova realizzazione, in un tratto che era, come affermato dallo stesso sindaco Luigi Merli “troppo appartato e poco fruibile”. Per la messa in opera sono stati utilizzati mille e duecento metri quadrati di travertino, seicento metri quadrati di travertino palladiana e 3mila e settecento metri quadrati di pavimentazione in calcestruzzo architettonico lavato disattivato.

L’area pedonale ammonta a un totale di 7mila e novecento metri quadrati con ben 5mila e duecento metri quadrati di aree verde, caratterizzata da esclusiva piantumazione a macchia mediterranea innestata all’interno di un’area marmorea-, il design ricorda il disegno armonico delle onde- dai colori molto chiari, in netto contrasto con il colore azzurro, scelto per la colorazione della pista ciclabile.

“Quello che a me preme far rilevare –afferma Merli – è il compimento di un nuovo settore della Città delle idee, un percorso partecipativo, voglio ricordarlo, a stretto contatto con i cittadini grottammaresi, anche grazie a loro il nuovo tratto ha avuto valore aggiunto.

La consegna del lungomare è la conclusione di un percorso molto lungo (nel 2003 fu presentata la prima variante urbanistica) che, vede oggi, la realizzazione di un tratto del litorale ai minimi costi e ad alta fruibilità, ricordando inoltre che Grottammare è interamente collegata da vie ciclopedonali e che la nuova zona è aperta con un collegamento presso il nuovo parcheggio scambiatore sito in zona Tesino Village.

Sono felice perché ricevo telefonate di persone entusiaste della nuova realizzazione, manca poco, restano alcune aree verdi da terminare, una posa di massimo due giorni”.

A occuparsi della stesura dei progetti e della direzione sono stati gli impiegati comunali, a spiegarlo è stato l’ingegnere e progettista Marco Marcucci: “Le parcelle sono state certamente più basse, poichè il progetto è stato sviluppato all’interno delle mura comunali. La parte del lungomare a strapiombo sul mare – in totale è di circa 187 metri – sono stati messi in sicurezza con l’innesto di scogliere e un riassetto della ghiaia – l’area si trova a ridosso della foce Tesino – in modo che possa reagire bene agli agenti atmosferici.

All’interno della nuova area verde dell’allegra cittadina, ribattezzato da merli in una precedente dichiarazione a mezzo stampa: “Un parco all’inglese”, non mancheranno sedute di legno e metallo e ampie stesure di prato come promesso, dove, per l’occasione, sempre nella giornata del 22 luglio alle ore 21, con telescopio alla mano si potrà partecipare alla serata astronomica, facendosi così suggestionare dalla visione dell’infinito universo.

La serata, la prima di altri tre appuntamenti sarà a cura dell’associazione grottammarese Blow Up. Per gli appassionati quindi sarà possibile visionare il cielo in notturna il 22 e il 24 luglio, il 7 e il 23 agosto. Tutti gli appuntamenti con “Apriti Cielo” –presso il tratto del nuovo lungomare zona sud – sono previsti per le ore 21:30.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.091 volte, 1 oggi)