GROTTAMMARE – Riportiamo fedelmente il comunicato inviatoci dall’assessore al Turismo del Comune di Grottammare Simone Splendiani, in risposta all’articolo pubblicato in data 9 luglio 2012, Olivieri: “Un crollo del 40% del movimento turistico”, dove l’imprenditore grottammarese, afferma dati devastanti sul calo di affluenza turistica in Riviera.

“L’Assessore provinciale Filippo Olivieri cita dati probabilmente relativi ad altre zone d’Italia, gettando pessimismo infondato su un settore che a Grottammare si conferma tra i più virtuosi dell’economia
locale.

Dopo essere sobbalzato dalla sedia nel leggere le affermazioni di Olivieri, ho contattato telefonicamente cinque tra le principali strutture ricettive grottammaresi, che rappresentano una quota di ricettività di circa un terzo del totale. Stessa verifica avevamo già svolto nell’ultimo week end di giugno con lo stesso esito: nessuno registra, ad oggi, cali nelle presenze turistiche.

Nella maggior parte dei casi si ripete la performance più che soddisfacente dello scorso anno, in alcuni casi addirittura ci sono stati incrementi. Si tratta di stime parziali, tuttavia indicative di una tendenza che ci auguriamo venga confermata a fine stagione.

I dati di Olivieri sono dunque distanti dalla situazione reale della nostra Città. Semmai dicono il contrario, cioè che in un contesto di crisi generale del turismo italiano, Grottammare, fino ad oggi, si distingue per tenuta degli arrivi e delle presenze. Segno che la strategia di lungo periodo voluta dall’Amministrazione ed incentrata sulla qualità dell’accoglienza anziché sulla svendita del territorio sia quella vincente, l’unica in grado di assicurare una crescita costante ed equilibrata come avviene a Grottammare da molti anni.

Concludo ricordando ad Olivieri che un tavolo del turismo esiste già a Grottammare da molto tempo e se vorrà un giorno proporre soluzioni e idee per contribuire allo sviluppo turistico della nostra Città sarà bene accetto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 474 volte, 1 oggi)