CUPRA MARITTIMA-  Voglia di mare, voglia di vacanze e che dire se ti trovassi dinanzi a un Km di antipasti di mare?

Ci hanno pensato la Fiba Confesercenti e Pro Loco di Cupra Marittima che presentano la prima edizione di “Un Km di antipasti di mare”.

Per una settimana, a partire da domenica 8 fino a domenica 15 luglio, proprio in concomitanza con la “Festa dello Sport” gli chalet cuprensi aderiscono alla “Festa degli antipasti di mare”.

Ci sono proprio tutti: Gabbiano, Alta Marea, Cristal Beach, La Capannina, Papà Orso, Il Porticciolo, Chalet Gabry, Ba Beach, Marinai, La Riva, La Perla, Il Borghetto, proporranno a pranzo, aperitivo e cena ottimi piatti a base di pesce del nostro mare ad un prezzo abbordabile.

Il presidente provinciale Fiba Pietro Aureli spiega il perché della golosa iniziativa: «L’offerta turistico balneare di Cupra è cresciuta notevolmente come numero di stabilimenti e capacità di offrire servizi e questo va messo in evidenza a tutti gli chalet che ogni anno si trovano ad affrontare nuove sfide. Perciò abbiamo pensato di creare una manifestazione culinaria semplice ma simpatica, facile ed efficace, ripetibile negli anni. “Un km di antipasti di mare” sta a indicare ai visitatori e turisti la possibilità di un’ampia offerta di locali che possono offrire una vasta scolta di antipasti di diversa preparazione e ingredienti freschi e genuini».

Inoltre i turisti e visitatori gusteranno, nell’arco di una settimana, tutti i menù degli chalet che hanno aderito all’iniziativa. Ogni stabilimento avrà la libertà di proporsi nel modo più creativo e fantasioso.

Lo scopo dell’iniziativa è promuovere il territorio di Cupra con una  tipologia di prodotti diversi dal solito, perché tra gli aspetti sui quali il nostro paese deve puntare per differenziarsi spiccano indubbiamente le specialità gastronomiche.

Hanno appoggiato l’iniziativa anche il presidente della Pro Loco Pino Neroni, Elena Capriotti direttore provinciale di Confesercenti, Roberto Sestri responsabile sindacale Confesercenti e Marco Malaigia assessore al turismo del Comune di Cupra.

«Un’idea coinvolgente che ha richiamato l’interesse di tutti gli stabilimenti balneari. Una vittoria di unione per un  progetto che dovrà  migliorare e perfezionarsi nei prossimi anni», chiarisce Pino Neroni.

Ha aggiunto la Capriotti: «L’obiettivo è anche quello di educare alla sinergia, a far lavorare le imprese in una rete comune, per uno scopo che li vede tutti coinvolti. Sono gli imprenditori che promuovono il territorio e proprio in questo periodo devono unirsi e progettare insieme».

«È un chiaro sintomo – ha sottolineato Malaigia – di una grandissima voglia di crescere e di emergere da parte degli operatori turistici». Ha concluso Aureli: «In occasioni come queste la Fiba dimostra tutta la sua vicinanza agli imprenditori, sostenendoli, captando le loro esigenze e cercando in tutti i modi di sostenere le iniziative valide che mirino allo sviluppo. Gli imprenditori cuprensi vogliono maturare turisticamente e la Fiba ha intenzione di affiancarli perché Cupra ha tutte le carte in regola per crescere».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 548 volte, 1 oggi)