Per guardare il video, cliccare in basso a destra. Riprese e montaggio di Maria Josè Fernandez Moreno.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Senza peli sulla lingua. Sandro Donati bacchetta Gaspari e difende la scelta di Giovanni Stroppa di disertare la riunione del Comitato ristretto dei sindaci. “Ha fatto bene – dice l’assessore regionale dipietrista – la Regione non riconosce quell’istituzione, conta solo la Conferenza dei Sindaci, che già ha un peso lieve e un semplice parere consultivo”.

Ma non finisce qui. Donati definisce quindi il Comitato, ristretto ad appena sei amministratori, “un gruppetto minoritario di sindaci. Si devono evitare strumentalizzazioni o usi politici. Faccio un appello: stop ai campanilismi”.

E sul perenne strappo, in ambito sanitario, tra sud e nord delle Marche taglia corto: “Nel Partito Democratico c’è lotta. Riflettano i responsabili, le divisioni danneggiano. Sta mancando il buon senso, giù le mani dalla sanità da parte della politica”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 607 volte, 1 oggi)