SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Polizia Municipale a San Benedetto non è dotata di armi ed il sindaco Gaspari non sembra intenzionato a cambiare idea. Tuttavia, l’amministrazione comunale presenterà nel prossimo Consiglio Comunale di metà luglio la proposta di dotare le forze dell’ordine almeno di manette, distanziatore e spray urticante.

“Non parliamo di pistole – spiega il primo cittadino – ma di oggetti di difesa che sono diventati necessari. Credo sia necessario possedere almeno il minimo sindacale. Porterò quest’idea all’attenzione dell’assise”.

NEL 2011 LA PROPOSTA DI GABRIELLI L’idea del sindaco dovrebbe pertanto ottenere ampi consensi nel centrodestra, considerando le dichiarazioni che Bruno Gabrielli rilasciò nel corso della campagna elettorale dell’anno scorso. Sull’argomento sicurezza, l’esponente del Pdl dichiarava: “Tanti turisti scelgono la nostra località anche per via della sicurezza, se venisse meno si creerebbe un problema. Abbiamo intenzione di ridare dignità ai vigili urbani, che tutt’oggi sono in servizi con mezzi pessimi. E’ inaccettabile. Vorrei istituire una pattuglia notturna, che dovrà avere strumenti di difesa, almeno il manganello”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.581 volte, 1 oggi)