SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Controllo a largo raggio da parte dei Nuclei Speciali dei Carabinieri NAS (Nucleo Anti Sofisticazioni) e NEO (Nucleo Custodia Ambientale) coadiuvati dal Capitano Massimo Di Lena presso gli chalet della Riviera, circa trenta, per un monitoraggio delle norme relative all’igiene, alla conservazione dei cibi ed alla corretta tenuta della produzione di pasti.

Sono nove gli chalet sottoposti a sanzioni amministrative per un totale di diecimila euro. Di questi tre titolari di chalet, alcuni anche molto noti, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Nel primo esercizio balneare sono stati sequestrati 28 litri di sostanza oleosa spacciata per “olio extravergine di oliva” non corrispondente alle qualità organolettiche richieste. L’ammenda è stata di 1.500 euro.

Nel secondo chalet sono stati rinvenuti 15 chili di pesce congelato non a norma con la dovuta tracciabilità richiesta. Anche qui è stata elevata una ammenda di 1.500 euro.

Nel terzo rinvenuti prodotti agricoli in scadenza. In questo caso la sanzione pecunaria è stato di 1.000 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.222 volte, 1 oggi)