SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Bambole di plastica, residui, carcasse di ciò che era stato gioco, intrattenimento di infanzie felici. I fotogrammi del cinereporter della Rai , Claudio Speranza, hanno colpito l’attenzione dell’artista Marisa Korzeniecki, stimolandola ad organizzare “Espressività Multiple Comparate”.

Il progetto verrà presentato alla Palazzina Azzurra il primo luglio dalle 18 e vi rimarrà fino al 12 all’interno delle attività del Libero Bizzarri. Le 32 opere esposte, 16 per ciascun artista fanno lasciano intuire la complicità che deriva dalla loro associazione e quasi che si rifacciano ad un progetto di partenza.

Non è originale nel panorama dell’arte moderna e contemporanea assemblare “relitti” plastici a colori pittorici invece, risulta la volontà di mettere in parallelo una ricerca artistica più che quarantennale, quella della Korzeniecki e una visione narrativa, documentaristica, di ancor più lontana partenza di Speranza.

All’inaugurazione sarà presente il maestro Federico Paci che riproporrà musiche ispirate proprio al lavoro di Speranza e Flavia Mandrelli che leggerà dei brani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 380 volte, 1 oggi)