SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Il procedimento penale presso il Tribunale di Varese ha portato al proscioglimento di Marco Mongardini, accusato nel mese di novembre 2009 di truffa e riciclaggio nell’ambito dell’operazione “Off-Side” condotta dalla Guardia di Finanza di Ascoli Piceno e Varese”. Lo comunica il legale dello stesso Mongardini, che aggiunge: “A seguito di tale operazione, il nome di Mongardini ha visto occupare le pagine di molti quotidiani cartacei e online all’interno delle quali veniva definito, tra gli altri, “faccendiere” e “sedicente presidente banca londinese”.

“All’epoca – si legge ancora nel comunicato – sono state rilasciate agenzie stampa e contenuti redazionali che hanno alimentato un’immagine negativa di Marco Mongardini, ora ampiamente smentita dalla decisione del Tribunale di Varese. L’impegno di Mongardini nel mondo del calcio, ad esempio, era stato affiancato a millantate truffe e ipotetiche “scatole magiche”: ad oggi, è più che mai fondamentale esprimere ad alta voce che tali affermazioni non trovano alcun riscontro negli atti processuali e pertanto devono essere rettificate. L’impegno di Marco Mongardini tanto in ambito finanziario quanto in ambito sportivo non può e non deve più essere associato alle accuse veicolate da una tanto precipitosa quanto, allo stato dei fatti, infondata produzione mediatica di contenuti lesivi della sua immagine. Pare chiaro, infatti, che ipotetici scenari secondo cui Mongardini “avrebbe truffato” con “obbligazioni e bond contraffatti” (Ansa.it) non hanno nulla a che vedere con la realtà del proscioglimento deciso dal Tribunale di Varese”.

AGGIORNAMENTO E PRECISAZIONE

Dopo la lettera dell’avvocato Di Mongardini del 28 giugno scorso, è giunta oggi in redazione una lettera dell’avvocato difensore di una parte civile che precisa:

“Non è proprio così: per Mongardini c’è stato semplicemente un cambiamento del capo di imputazione”

Egregio signor
Nazzareno Perotti
come riferitoLe telefonicamente, in qualità di difensore di una parte civile costituita nel procedimento penale avanti il Tribunale di Varese n° 4820/08 R.G. Gup
a carico di Marco Mongardini + altri Le preciso quanto segue:
“Nessun provvedimento di proscioglimento è stato emesso dal Tribunale nei confronti del sig. Marco Mongardini nel procedimento penale di cui sopra.

Il Gup dr. Giuseppe Fazio – con provvedimento del 03.03.2011 ha disposto il rinvio a giudizio del sig. Marco Mongardini unitamente agli altri imputati
per tutti i capi di di imputazione oggetto della richiesta di rinvio a giudizio ad eccezione del CAPO A) per il quale l’ipotesi delittuosa di tentato riciclaggio
è stata riqualificata in quella di ricettazione in concorso. Il processo dopo alcuni rinvii preliminari per questioni procedurali è stato rinviato all’udienza del 17 settembre 2012 perchè il Giudice si pronunci su un’eccezione di competenza territoriale sollevata dalle difese”. Ritengo opportuna una rettifica dell’articolo pubblicato sulla vostra rivista.
Distinti saluti
avv. davide Monteleone

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 572 volte, 1 oggi)