SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una discoteca sulla spiaggia non gradita agli operatori della movida. Sarebbe questa la motivazione che avrebbe messo in forte dubbio l’attrazione centrale della Notte Bianca in occasione della nona edizione, prevista a cavallo tra il 4 e 5 agosto prossimi.

Un appuntamento storico, quasi identitario, che trasferiva alla spiaggia libera a ridosso della foce dell’Albula migliaia di giovani, intenti a cantare e ballare sino all’alba.

Scenario a rischio dunque e non tanto per motivi economici, almeno detta degli organizzatori. Questi avrebbero infatti confessato che l’ostacolo maggiore arriverebbe dai locali nelle vicinanze del torrente e dai primi chalet del lungomare nord. A tal proposito è previsto nei prossimi giorni un incontro col sindaco, per trarre le conclusioni definitive. Fatto sta che in caso di annullamento dello show, verrebbero di conseguenza cancellati anche i fuochi in mare, che in quanto piromusicali non potrebbero veder la luce.

Col Comune bisognerà inoltre fissare la quota di finanziamento. A quanto sembra, da parte dell’assessorato al Commercio ci sarebbe però l’intenzione di promuovere direttamente un evento all’interno del cartellone, piuttosto che elargire un contributo standard e senza obiettivi specifici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.261 volte, 1 oggi)