SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ben venticinque orti, di 150 metri quadrati ciascuno, da far coltivare ad anziani sambenedettesi. L’accordo è stato ufficialmente siglato giovedì mattina tra il Comune e i Lions Club Host.

Gli appezzamenti, situati presso l’incrocio tra l’autostrada e la Salaria di Porto d’Ascoli,
saranno completi dei servizi necessari per la coltura degli ortaggi. Un investimento di 30 mila euro da parte dell’associazione, mentre l’amministrazione comunale provvederà a mettere a disposizione le aree. “Era da tempo che volevamo raggiungere questo accordo – spiega il sindaco Gaspari – finalmente ci siamo riusciti. Il progetto l’abbiamo portato avanti con tenacia, siamo contenti di questa collaborazione, che va a regolarizzare una situazione particolare”. Il primo cittadino fa riferimento ad una sorta di “terra di nessuno” che gli stessi pensionati avevano fatto “abusivamente”  loro. Ecco allora lo spostamento, con i posti restanti che verranno assegnati mediante un bando che  che sarà emanato dal Comune.

Gli orti sociali – così vengono definiti – erano stati inseriti nel programma di mandato dell’attuale sindaco e, col supporto dei Lions, è stato appunto possibile portare a termine tale volontà: “E’ un modo per tenere impegnati gli anziani e farli sentire ancora utili”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 335 volte, 1 oggi)