SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con una nota i capigruppo consigliari Roberto Bovara (Città Aperta), Loredana Emili (Pd) e Giuseppe Laversa (Verdi – Psi) si esprimono riguardo la scelta compiuta dal Governo, con il decreto legge sulle “Misure urgenti per la crescita del paese”, di regolamentare anche l’esenzione dell’Imu per gli immobili invenduti dalle imprese edilizie per i primi tre anni dalla fine dei lavori di costruzione degli stessi va esattamente nella direzione auspicata dalla maggioranza consiliare di San Benedetto del Tronto.

Il provvedimento è infatti in linea con l’impegno assunto dal Consiglio comunale con un ordine del giorno approvato nella seduta del 28 febbraio in cui si definiva la predisposizione entro il 2012 di tavoli tecnici con le organizzazioni sindacali rappresentative del settore edilizio al fine di censire gli immobili potenzialmente interessati dalla norma che prevede l’introduzione dell’Imu su fabbricati destinati alla vendita, proprio in vista di una possibile esenzione temporanea dall’imposta.

Nello specifico, infatti, il cosiddetto “Decreto Sviluppo” esclude dall’Imu “i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione, e comunque per un periodo non superiore a tre anni dall’ultimazione dei lavori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 977 volte, 1 oggi)