PORTO SAN GIORGIO – Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ascoli Piceno, nel corso di un servizio di controllo del territorio svolto a Porto San Giorgio  nel pomeriggio del 13 giugno 2012, hanno tratto in arresto un cittadino italiano incensurato, poiché trovato in possesso di 8 panetti di eroina per un peso totale di grammi 2.138,00 di sostanza stupefacente, immediatamente sottoposta a sequestro.

Il trentenne fermano G.S. è incappato in un posto di blocco istituito dal Nucleo di Polizia Tributaria di Ascoli Piceno, nel corso del quale i finanzieri hanno notato evidenti segni di nervosismo, i quali  hanno determinato la necessità di procedere ad un’accurata ispezione dell’autovettura, consentendo il rinvenimento degli oltre 2 Kg di eroina pura ben occultati.

La purezza della sostanza stupefacente sequestrata, che serviva a rifornire i consumatori della costa, una volta tagliata avrebbe consentito il confezionamento di circa 16.000 dosi, fruttando sul mercato intorno al mezzo milione di euro.

L’uomo, tratto in arresto per la flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di eroina, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Fermo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

L’operazione in rassegna è stata conseguita in virtù dell’intensificazione del controllo del territorio attuato, per l’inizio del periodo estivo, dalle Fiamme Gialle sulla scorta delle direttive impartite dal Prefetto di Fermo,  Emilia Zarrilli, che ha richiesto alle forze dell’ordine sempre maggio incisività per una elevata sicurezza del territorio fermano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.408 volte, 1 oggi)