SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Partiranno lunedì 18 giugno i lavori per la realizzazione dell’autostazione di Porto d’Ascoli. Un impegno che l’Amministrazione comunale persegue da anni attraverso i contatti intrattenuti con l’ingegner Luciano Frittelli delle Ferrovie dello Stato e che ha visto i tecnici del settore Progettazione e manutenzione opere pubbliche collaborare con quelli di Rete Ferroviaria Italiana – Rfi.

Il progetto consisterà nella riqualificazione dell’area parcheggio antistante la stazione ferroviaria, che verrà ampliato e comprenderà 750 metri quadrati dello scalo merci dati in concessione da Rfi al Comune, e nella realizzazione in via Esino di spazi di fermata e sosta per gli autobus. Nel nuovo parcheggio saranno disponibili ventisei posti auto liberi, uno stallo per taxi, uno stallo per i disabili, alcuni spazi per moto, motorini e biciclette e una postazione bike sharing.

Nell’accordo tra Comune e Rfi è stabilita anche la demolizione del casotto antistante la stazione, che veniva utilizzato da Ferrovie come deposito di materiale di cancelleria, e della recinzione, proprio per creare uno spazio aperto e maggiormente fruibile.

La stazione di Porto d’Ascoli diventerà dunque una vera e propria autostazione: “Esprimo soddisfazione perché dopo un percorso lungo e travagliato e tanti incontri con Rfi – dichiara l’assessore Leo Sestri – riusciremo a rispondere alle esigenze dei cittadini di quella zona e dei pendolari offrendo una servizio per la collettività. Inoltre con lo spostamento degli autobus in via Esino, andremo a mettere l’ultimo tassello di un progetto più complessivo di riqualificazione dell’area avviato con gli interventi eseguiti in via Turati”.

“Finalmente, al termine di un iter durato tre anni – afferma il consigliere Claudio Benigni – risolveremo l’annoso problema dei parcheggi in quella zona attraverso un progetto di valenza ancor più ampia in termini di mobilità alternativa. L’area, da spazio nascosto si trasformerà in un vero e proprio parcheggio scambiatore aperto, visibile e adeguatamente illuminato con spazi per auto, moto, taxi, autobus e, in prospettiva, una postazione per il bike sharing, molto utile quando verrà realizzata la fermata della metropolitana di superficie”

L’importo complessivo del progetto per l’autostazione è di 50mila euro di cui 31.466,92 per lavori e 18.533,08 per somme a disposizione dell’Amministrazione per la realizzazione della segnaletica, la demolizione del fabbricato, l’adeguamento dell’impianto di pubblica illuminazione. Il progetto è stato co-finanziato al 50% dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, i lavori saranno realizzati dalla ditta Schiavi Luigi Giuseppe di San Benedetto del Tronto e da contratto dureranno 60 giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 867 volte, 1 oggi)