MARTINSICURO – Il Ministero del Lavoro dice no alla cassa integrazione per ristrutturazione, come proposto dalle maestranze alla proprietà della fonderia Veco nei giorni scorsi. Sembra invece percorribile la via di una cassa integrazione straordinaria per chiusura di reparti, che coinvolgerebbe solo i trenta operai sui quali pendeva il procedimento di mobilità. Alle 13 di oggi pomeriggio, presso la fonderia Veco, si terrà un’assemblea tra gli operai e i rappresentanti sindacali per discutere della decisione presa dal Ministero del Lavoro e per pianificare eventuali proposte di contratti di solidarietà (finalizzati alla riduzione d’orario per tutti i dipendenti per evitare la riduzione di personale, quindi il licenziamento) da inoltrare alla direzione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 594 volte, 1 oggi)