MARTINSICURO – Quale futuro per il cinema Ambra? Il destino della fatiscente struttura in piazza Cavour è una tela di Penelope. Con la sospensione della gara per la costruzione del primo lotto del nuovo edificio, le sorti del cinema sembrano ora nuovamente da ridefinire, dopo già due progetti bocciati dalle passate amministrazioni ed un terzo  attualmente sospeso.

A chiedere di conoscere come si muoverà l’amministrazione Camaioni sulla spinosa questione è il consigliere di opposizione del Pdl Massimo Vagnoni. “Come volevasi dimostrare – afferma Vagnoni – questa maggioranza non ha alcuna idea concreta su come, quando e con quali risorse ristrutturare l’ex cinema Ambra, al fine di ridare smalto e vivacità al centro del paese con conseguenti riflessi socio culturali di rilievo. Preso dunque atto delle reali intenzioni del sindaco Camaioni e della sua giunta, in merito all’esecuzione del progetto per la ristrutturazione del cinema – prosegue Vagnoni – con una decisione che loro chiamano rinvio, ma che di fatto mette la parola fine alla ristrutturazione dell’opera, penso sia doveroso far sapere a noi tutti quali siano adesso le determinazioni di questa amministrazione in merito alle destinazioni che si daranno alle risorse proprie previste per l’esecuzione del primo stralcio bloccato”.

Qualora infatti l’amministrazione Camaioni decidesse di fermare definitivamente la realizzazione dell’opera perchè ritenuta troppo costosa, al di là dei finanziamenti sovracomunali della Fondazione Tercas e della Provincia di Teramo che andrebbero persi, il Comune dovrebbe ripensare l’impiego dei 650mila euro inizialmente destinati al cinema (100mila euro di bilancio e 550mila euro di mutuo). Vagnoni, pur ribadendo il proprio personale disappunto “su una scelta che va contro gli interessi della collettività”, fornisce delle indicazioni su come utilizzare la somma a disposizione, con i 100mila euro di bilancio che dovrebbero sommarsi ai 230mila di finanziamento regionale per l’ampliamento della sezione Primavera dell’asilo nido di VillaRosa (il cui costo è di 310mila euro). “Chiedo fin da ora – afferma il consigliere del Pdl – di aggiungere parte delle sopra indicate risorse al finanziamento ottenuto, al fine di consentire la realizzazione dell’opera, per scongiurare di perdere anche questo finanziamento. Vediamo ora se quell’intervento, che come quello del cinema  era stato pensato dalla precedente amministrazione con relativa richiesta di finanziamento, poi concesso, rientrerà nelle priorità di questa giunta”.

Per i 550mila euro di mutuo invece, Vagnoni suggerisce di impiegarli “per la riqualificazione della piazza (ripristinandone i connotati ante ristrutturazione: area giardino, nuova illuminazione, eventuale riapertura al transito ecc.) o intervenendo sulla riqualificazione di un piccolo tratto del lungomare. Vogliamo sapere la destinazione del mutuo acceso e che a breve comincerà già a maturare interessi. Risorse di tutti che vengono tenute ferme e che quindi risultano improduttive.

L’importante – conclude Vagnoni – è che l’amministrazione prenda al più presto una decisione non mantenendo bloccate risorse che potrebbero essere utilizzate per infrastrutture importanti per la nostra città. Su questo siamo pronti a confrontarci sin da subito con idee e cifre alla mano. Noi metteremo sul campo le nostre proposte; chiediamo alla giunta Camaioni di fare altrettanto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 303 volte, 1 oggi)