MONTEFIORE DELL’ASO – Si è tenuta sabato 9 giugno a Montefiore l’inaugurazione per il nuovo piano dell’edificio scolastico Talamonti e dello Science Museo Lab.

Sono intervenuti alla cerimonia il vicesindaco Lucio Porrà, l’assessore all’istruzione Giamaica Brilli, la Dirigente scolastica Laura D’Ignazi, il consigliere provinciale Camillo Ciaralli, l’architetto Antonio Landi, il professore dell’Università Politecnica delle Marche Sauro Longhi, l’ingegner Oronzo Mauro, il parroco Don Vittorio Rossi, e la Pasquali, nipote di Giuseppe Talamonti al quale è intitolato l’edificio.

La scuola Talamonti, che affonda le sue radici negli anni ’30 del Novecento, è stata oggetto di un profondo intervento strutturale senza alterare minimamente lo stile e le forme del suo tempo. Oltre alla ristrutturazione si è puntato sulla tecnologia architettonica che rispettasse i nuovi criteri di sostenibilità ambientale, inatti, la struttura è realizzata con coibentazioni e sistemi di approvvigionamento energetico basate su impianti fotovoltaici.

Il progetto è stato curato dall’Architetto Landi e i lavori sul campo sono stati eseguiti dalle ditte Italo Feliziani di Teramo, Fratelli Rossetti di Castignano, Ciotti di Montalto Marche per un importo complessivo di circa 400 mila euro

Insieme alla presentazione dei nuovi spazi è stato inaugurato il Science MuseoLab, diretto dall’Ingegnere Oronzo Mauro, che ha assorbe al suo interno anche l’Osservatorio Meteorologico di Montefiore dell’Aso, installato presso la scuola in occasione dello ”60 Years of Meteorology”.
Il Consiglio Comunale Baby ha avuto un ruolo importante perché si è preso carico del finanziamento delle vetrine dove sono conservati gli strumenti, in parte rinnovati grazie al Campus estivo che ha coinvolto gli studenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 337 volte, 1 oggi)