SAN NEDETTO DEL TRONTO – I Carabinieri del Nucleo Operativo Regionale della Compagnia di San Benedetto, hanno tratto in arresto M.C. 39enne, pregiudicato del luogo, sorpreso nella tarda serata di giovedì 7 giugno  in via Bianchi intento a cedere dosi di eroina ad alcuni tossicodipendenti.

L’uomo, più volte tratto in arresto, sempre per spaccio di stupefacenti, veniva tenuto d’occhio già da diversi giorni per i suoi movimenti sospetti. L’altra sera la decisione di sottoporlo a perquisizione mentre si accingeva a spacciare.

Abilmente occultati sulla sua persona circa 2 grammi di eroina, già divisa in dosi, altri 7 grammi sono stati rinvenuti nel corso della successiva perquisizione domiciliare, dove i Carabinieri hanno anche sequestrato tutto l’occorrente per la pesatura ed il confezionamento delle dosi.

Venerdì mattina a San Benedetto, presso la sezione distaccata del tribunale di Ascoli Piceno l’udienza di convalida dell’arresto e la decisione da parte del giudice Annalisa Gianfelice di tramutare l’iniziale provvedimento degli arresti domiciliari in quello  più restrittivo della custodia cautelare in carcere, almeno fino alla data dell’udienza fissata per il prossimo 15 giugno.

Un provvedimento stigmatizzato dal difensore di M.C., l’avvocato Felice Franchi, ma resosi necessario per la plurirecidività dell’arrestato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.539 volte, 1 oggi)