SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Partirà sabato 9 giugno e si protrarrà fino al 17, con una sorpresa. Perché “Piceno d’Autore” quest’anno vedrà l’interessamento anche di “Uno Mattina”, con le telecamere Rai che arriveranno nella Sala Cola d’Amatrice, dove si svolgerà il convegno “Venerdì nero”. Un programma zeppo che si alternerà tra Ascoli e San Benedetto.

Sabato 9 alle 1 il direttore della biblioteca degli Uffizi di Firenze, Claudio di Benedetto, interverrà sul tema “La via di Damasco: pagine di epifanie e folgorazioni”, mentre mercoledì 13 e giovedì 14 saranno giorni dedicati alla lingua italiana con la presentazione di “Ne uccide più la penna”, “Inchiostro antipatico”, “È più facile scrivere bene che scrivere male”, “Una storia di letture che ci aiutano a capire” e “Ciliegie o ciliegie”.

Sabato 16 cena di gala all’Alberghiero, nel corso della quale verrà consegnato il premio 2012 di Piceno d’Autore. A ritirarlo sarà la 33enne Elisabetta Migliavada, editor della casa editrice Garzanti.

Il giorno dopo invece, alle 10, nella sala consiliare del Comune, Italo Moscati coordinerà una lectio magistralis tenuta da Ernesto Franco, direttore generale dell’Einaudi, Andrea Bosco, editor della saggistica Einaudi e Mauro Bersani, editor dei classici della poesia Einaudi. La sera il gran finale alle 21.15 alla Palazzina Azzurra con lo spettacolo “Sul filo del racconto”.

“E’ un’iniziativa particolarmente importante che sprovincializza il territorio – ha dichiarato il sindaco Giovanni Gaspari – una sintesi di un lavoro che nella nostra città si porta avanti da tanti tempo”.  Soddisfatto anche l’assessore Margherita Sorge: “Il progetto è sempre in crescita, sono felice di questo sodalizio tra San Benedetto ed Ascoli. Non ci sono campanilismi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 221 volte, 1 oggi)