ACQUAVIVA PICENA – I Carabinieri di Acquaviva hanno scoperto un capanno che custodiva circa 30 quintali di materiale elettrico, un furgone Fiat Ducato e parti di ricambi per auto.

La merce è risultata tutta di provenienza illecita. I cavi elettrici, contenente rame, è il risultato di un furto avvenuto a Monsampolo presso un cantiere edile così come il resto, rubato in una officina di auto ricambi di Porto d’Ascoli.

I militari dell’arma hanno denunciato a piede libero per ricettazione un rumeno 38enne residente ad Ascoli Piceno risultato essere l’affittuario del capannone. Il furgone e le parti di ricambio sono state restituite ai leggittimi proprietari ed anche parte del rame mentre proseguono le indagini per scoprire la provenienza del rame restante.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.251 volte, 1 oggi)