TERAMO – Sulle proteste del presidente dell’Unione dei Comuni Val Vibrata,  Alberto Pompizi, riguardo il mancato stanziamento dei 25 milioni di euro da parte di Provincia e Regione Abruzzo per i danni dell’alluvione del 2011, interviene l’assessore provinciale alla Viabilità Elicio Romandini. “Provincia e Comuni – afferma Romandini – sono sullo stesso piano e questo sia da un punto di vista istituzionale sia da quello sostanziale: enti locali che hanno subito un danno, insieme ai cittadini e alle imprese, e che per questo hanno chiesto lo stanziamento di fondi straordinari.

Come i Comuni abbiamo anticipato somme ingenti per far fronte alle emergenze, recuperandoli dove ci è stato possibile nel bilancio dell’ente e come i Comuni abbiamo un grave problema di cassa anche solo per la manutenzione ordinaria.

Proprio a Pompizi voglio ricordare che abbiamo garantito il collegamento della Vibrata prima con la costruzione del guado e oggi ricostruendo il Ponte di Villa Ricci a Sant’Omero: oltre 1 milione di euro. Un’opera realizzata in tempi da record: progettata e mandata in appalto a ottobre scorso a 5 mesi dall’alluvione.

In questi mesi, oltre a non far mancare mai la nostra presenza in tutto il territorio, abbiamo espresso il nostro dissenso e il nostro disagio per il mancato arrivo dei fondi in tutte le sedi istituzionali: lo abbiamo fatto in un Consiglio straordinario a Civitella inviando le nostre richieste al Governo; lo abbiamo fatto in occasione dell’incontro con il Ministro Barca a Pescara; lo abbiamo ribadito nella riunione romana con il sottosegretario al Ministero dello Sviluppo economico, Claudio De Vincenti.

Lo facciamo quotidianamente con la Regione che abbiamo incalzato per tutto ciò che era di sua competenza: di fatto è  il Governo che ancora non mette la firma su un provvedimento che deve sbloccare fondi dell’Abruzzo, soldi nostri.  A parte i 5 milioni stanziati, sulla carta dalla Protezione civile, gli altri 20 milioni appartengono già alla comunità abruzzese perché residuano dal programma Fas.

A fianco dei sindaci, quindi – conclude Romandini – ma soprattutto della comunità locale piegata anche per questa attesa: ci riesce difficile comprendere, quindi, questo attacco totalmente immotivato del presidente dell’Unione, Alberto Pompizii, che, proprio perché sindaco, sa che gli unici lavori e gli unici soldi che si sono visti, in questi mesi, sono quelli della Provincia”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 131 volte, 1 oggi)