MARTINSICURO – Scatta lo sciopero alla fonderia Veco di Martinsicuro.  Dall’assemblea che si è tenuta questa mattina tra dipendenti e rappresentati sindacali ( tra cui il segretario provinciale della FIOM CGIL  Giampiero Dozzi e il segretario della FIM CISL, Antonio Liberatori) sembra che sia in arrivo non solo un procedimento di mobilità per trenta operai, ma anche una cassa integrazione ordinaria per 80 dipendenti. Infatti, una nota azienda di Modena  e importante cliente della fonderia Veco, ha sospeso gli ordini a causa del sisma che ha messo in ginocchio l’Emilia, pertanto l’entità delle commesse è crollato drasticamente.

Alla fine di un’accesa assemblea si è ribadito lo stato di agitazione ed è stato proclamato uno sciopero generale fino a venerdi 8 di giugno, giorno in cui  è previsto un incontro tra la proprietà dell’azienda, l’Unione Industriali, Sindacati e Rsu. Inoltre, per giovedi 7 giugno è previsto nella mattinata un corteo dei dipendenti della fonderia che partirà dalla Veco per arrivare a manifestare dinanzi al Comune di Martinsicuro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.271 volte, 1 oggi)