SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel Consiglio Comunale del 30 maggio non solo Sentina e Sanità. In apertura di seduta la Giunta ha risposto a ben tre interpellanze presentate da consiglieri di minoranza. Tassotti chiedeva lumi in merito ad una presunta discordanza tra la concessione di largo Spalvieri a Porto d’Ascoli per installare un’edicola e le condizioni poste dall’atto con cui quello spazio fu donato al Comune in cui l’area doveva essere destinata in perpetuo a giardino pubblico. Il Sindaco Gaspari ha risposto che la decisione è stata presa in seguito all’accordo con la famiglia Spalvieri, ex proprietaria dell’area donata all’Ente, che si è detta disponibile a far sistemare nell’area l’edicola a patto che il titolare dell’esercizio provveda al mantenimento del decoro dell’area.

Da parte di Massimiani è giunta la richiesta all’Amministrazione di concedere spazi pubblici all’attività dei writers. L’assessore Marco Curzi, ricordando la serie di iniziative già messe in atto per far esprimere la vena creativa ai graffitari sia al CentroGiovani che lungo il torrente Albula, ha annunciato le nuove iniziative: una, in collaborazione con il quartiere Sant’Antonio, che prevede l’abbellimento della sede di parco Wojtyla con le opere di writers locali e l’altra, che riguarda la sedicesima edizione di Scultura Viva, che vedrà una sezione proprio dedicata alle forme d’arte di strada.

Circa l’approvazione della variazione al bilancio 2012 e al pluriennale 2012/2014, si è provveduto alla destinazione dell’avanzo di bilancio 2011, 217 mila euro, e agli spostamenti tra i capitoli per tener conto di nuove entrate e maggiori spese. Come spiegato dall’assessore alla finanze Fabio Urbinati, “ad un mese dall’approvazione del previsionale 2012 sono intervenute nuove entrate che serviranno a rispondere alle esigenze di funzionamento della macchina amministrativa evidenziate dai settori comunali, ma anche, in vista del periodo estivo, a finanziare le attività culturali, sportive e turistiche, sociali e ad assumere personale stagionale di Polizia Municipale che lavorerà anche sul contrasto dell’abusivismo commerciale”.

Da parte di Vignoli sono stati sollevati dubbi in merito all’effettivo introito del maggior gettito previsto per contravvenzioni al codice della strada (220 mila euro), imposta di pubblicità (40.000 euro), TOSAP temporanea (60.000 euro) e sulla destinazione dei 26.600 euro per le attività istituzionali. Inoltre Vignoli ha accusato l’Amministrazione di scarsa programmazione relativamente al finanziamento delle manifestazioni estive: “Se sappiamo che certe manifestazioni si svolgono da anni, perché finanziarle in corso d’opera con l’avanzo di bilancio e non prevedere fondi nel bilancio fin da subito?”

Anche il Sindaco Gaspari è intervenuto sullo stanziamento dei fondi per le manifestazioni estive ricordando che quest’anno si è passati da 600 mila euro per l’organizzazione degli eventi e poco più di 200 mila euro. “Uno stanziamento sobrio, oculato che punta a valorizzare alcune caratteristiche naturali del nostro territorio. Al turista proporremo qualità ed eccellenza del territorio e lo faremo anche attraverso proposte progettuali mirate alla fidelizzazione del cliente che guardano oltre i confini della città grazie alla fitta rete di scambi culturali e turistici creata con altri Enti del Piceno”.

L’assise ha poi approvato il regolamento per il funzionamento del Polo “Museo del Mare” e deciso di affidare la sua gestione a terzi tramite apposita gara pubblica. Il privato che si aggiudicherà il bando si occuperà delle attività di valorizzazione del Polo apertura e chiusura, pulizia, accoglienza pubblico e attività di promozione e comunicazione pensando ad un vero e proprio programma di animazione che comprenda iniziative a carattere culturale e ricreativo che abbiano come fulcro i beni culturali custoditi nel Museo delle Anfore, in quello della Civiltà Marinara delle Marche, nel Museo Ittico “Augusto Capriotti”, nel costituendo Antiquarium Truentinum e nella Pinacoteca del Mare di Palazzo Piacentini.

Infine, il Consiglio ha dato il via libera anche al regolamento per la disciplina del servizio di taxi attribuendo alla Giunta il compito di individuare nuove aree di sosta d’intesa con le associazioni di categoria e la Polizia Municipale. “Un importante traguardo – ha sottolineato l’assessore Spadoni – per il percorso partecipativo intrapreso che ha consentito di condividere con la categoria dei tassisti tutte le scelte in merito all’aumento degli stalli e alla loro ubicazione in diverse zone della città”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 142 volte, 1 oggi)