SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I giovani sono spesso iperalimentati ma iponutriti e le cifre spaventano: il 36% degli italiani è in sovrappeso, il 10% obeso. Questo è un mondo che va sempre troppo di fretta, si alimenta nello stesso modo rapido e inappropriato. Hamburger, merendine, patatine fritte: lo junk food si è guadagnato ormai un posto nelle nostre consuetudini alimentari quotidiane andando a modificare i nostri fisici e predisponendoli a diverse malattie.

Per parlare di questo tema importante e educare gli adolescenti a una corretta alimentazione, si svolgerà venerdì 1° giugno al Teatro dell’Arancio di Grottammare il convegno dal titolo “Buonappetito”.

L’appuntamento è alle ore 9 in piazza Peretti. Qui si terrà un coffee entry offerto dal locale Monfleurie e poi si passera al Teatro dell’Arancio dove alle 9.30 inizierà il convegno al quale saranno presenti alcuni studenti dell’Istituto Alberghiero di San Benedetto accompagnati dalla professoressa Rossella Di Domenico e dalla dottoressa Simona Flammini dell’Ufficio Scolastico provinciale. Al termine dell’incontro i presenti saranno deliziati da un buffet con prodotti tipici del nostro territorio. Non mancheranno sorprese e gadget.

I relatori saranno: la direttrice dell’Iiris (Istituto Itaniano Ricerca Informazione Statistica) Vera Mascaretti, la nutrizionista Raffaella Tosi, lo psicologo Aurelio Carassi, un cardiologo e Michael Gillmaier rappresentante di André Media Group.

“Con questo convengo il nostro intento è quello di sottolineare i rischi che si corrono nel fare un uso poco responsabile del cibo”, ha dichiarato il presidente dell’Iiris Camillo Di Monte.

I numeri parlano chiaro: secondo dati Istat, del Ministero della Salute e Eurostat: “Il fenomeno dell’obesità costa allo Stato italiano 8 miliardi di euro l’anno, – aggiunge la dottoressa Mascaretti – il 6,7% della spesa pubblica. Nella nostra regione il 24% dei ragazzi tra i 6 e i 17 anni è in sovrappeso o obeso, un dato leggermente al disotto della media nazionale che è del 26%, tuttavia preoccupante.

Durante il convegno la dottoressa Tosi descriverà la piramide alimentare che si conosce poco, quella dei cinque colori della frutta antiossidante e risponderà alle domande dei ragazzi.

“Una proposta da fare agli albergatori- ha commentato l’assessore provinciale al Turismo Bruno Gabrielli– sarebbe il rilancio dei prodotti tipici del nostro territorio, nei menù turistici”.

L’evento è stato organizzato dall’Iiris, in collaborazione con la Provincia di Ascoli Piceno, i Comuni di San Benedetto e Grottammare, la Confcommercio di San Benedetto, la Camera di Commercio di Ascoli Piceno, l’Ufficio Scolastico provinciale e la Picenambiente e godrà del sostegno economico dello sponsor André Media Group.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 344 volte, 1 oggi)