SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una chiusura che continua a far discutere. E alla lista degli scontenti si aggiunge il primo cittadino. La sospensione dei servizi del reparto di Pediatria del Madonna del Soccorso a partire dal primo giugno provoca irritazione anche a Giovanni Gaspari, letteralmente bombardato sulla propria pagina Facebook da messaggi di mamme preoccupate.

“Chiudere – ha scritto il primo cittadino – seppur per il periodo estivo, un reparto che nel periodo estivo raddoppia i ricoveri è fare la politica del salmone, l’Area Vasta non deve essere una penalizzazione ma una valorizzazione; io manifesto tutta la mia contrarietà e farò di tutto per evitare che ciò accada”.

Gaspari precisa poi come lo scorso anno il secondo trimestre del 2011 abbia registrato 68 ingressi, mentre il terzo ben 149. Più del doppio, insomma. “Ritengo dunque che il nostro reparto debba restare aperto sia in estate (raddoppio della popolazione) che nel resto dell’anno”.

Nelle ore precedenti identica preoccupazione l’avevano mostrata i rappresentanti medici dei principali sindacati dei pediatri di libera scelta e dei medici di medicina generale. “Questa decisione – denunciavano – rappresenta un ulteriore impoverimento per il nostro territorio. Ancora una volta viene ad essere colpita la zona sud delle Marche a favore di una sanità accentrata sempre ad Ancona, ignorando che la pediatria sambenedettese è punto di riferimento sia per la popolazione locale sia per quella del vicino Abruzzo, con relativo vantaggio economico per la Asur”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 497 volte, 1 oggi)