SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una chiusura per l’estate, per garantire le ferie e recuperare la disponibilità di dieci infermieri. Dal 1° giugno San Benedetto non usufrirà più di tale reparto di Pediatria, per almeno tre mesi, anche se la paura e che poi, arrivati a settembre, la riapertura non sia del tutto scontata.

Prevedibile quindi la preoccupazione dei rappresentanti medici dei principali sindacati dei pediatri di libera scelta e dei medici di medicina generale, che in una nota esprimono “grande timore. Questa decisione rappresenta un ulteriore impoverimento per il nostro territorio, un danno gravissimo per la popolazione pediatrica e per la popolazione tutta”.

Sorprende inoltre che la sospensione del servizio giunga in una città segnalata dalla società italiana di pediatria come spiaggia adatta ai più piccoli: “L’allarme è motivato dalla consapevolezza che la chiusura nei mesi estivi potrebbe essere propedeutica a una chiusura definitiva nonché alla chiusura del punto nascita del nostro ospedale. Ancora una volta viene ad essere colpita la zona sud delle Marche a favore di una sanità accentrata sempre ad Ancona, ignorando che la pediatria sambenedettese è punto di riferimento sia per la popolazione locale sia per quella del vicino Abruzzo, con relativo vantaggio economico per la Asur”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.172 volte, 1 oggi)