MARTINSICURO – Come intende muoversi l’amministrazione su temi importanti come il Piano Spiaggia, il Prg e il cinema Ambra? Il gruppo di minoranza Cambiamo Insieme pone i primi quesiti alla giunta Camaioni, analizza il risultato elettorale e traccia un profilo di quella che sarà la linea politica del gruppo di opposizione nei prossimi cinque anni.

“Cambiamo Insieme è un progetto in cui abbiamo creduto e in cui continuiamo a credere – ha esordito Andrea Buonaspeme nel corso della conferenza stampa – e per questo la nostra opposizione sarà rappresentativa di tutti i componenti del centrosinistra che hanno costituito la lista e non solo del Pd, di cui io e Simona Antonini facciamo parte”.

“Il nostro programma innovativo – prosegue il consigliere di minoranza – avrebbe avuto bisogno di più tempo per essere recepito dai cittadini. Continueremo a promuoverlo, a spiegarlo nei dettagli, e siamo aperti alle idee ed alla collaborazione non solo dei partiti, ma anche della società civile. Saremo una fucina di idee aperta a tutti e attraverso cui costruiremo la vittoria di domani”. Per promuovere la partecipazione dei cittadini il consigliere di opposizione spiega che saranno organizzati incontri, eventi aggregativi, dibattiti politici al fine di intercettare un interesse quanto più ampio possibile.

Simona Antonini ha poi illustrato una serie di proposte che verranno fatte all’amministrazione e che verteranno soprattutto sul sociale, tra cui la predisposizione di un elenco di famiglie affidatarie a cui poter affidare minori in difficoltà, l’apertura di sportelli itineranti, l’istituzione della banca del tempo. “Chiederemo inoltre di rendere i servizi sociali davvero accessibili a tutti i cittadini, con l’abbattimento delle barriere architettoniche presenti e lo spostamento degli uffici in una sede raggiungibile anche dai disabili”.

Sui grandi temi della città poi, come il Piano Spiaggia, Il Prg e il cinema Ambra, Cambiamo Insieme chiede risposte immediate: “Che visione ha Città Attiva del turismo martinsicurese? – afferma Buonaspeme – Come vogliono riprogettare la città di domani attraverso il Piano Spiaggia e il Piano Regolatore? Su questi temi, dato che è stata istituita anche la delega alla Trasparenza e Partecipazione, ci aspettiamo un percorso condiviso e partecipato con le minoranze”.

Sul cinema Ambra interviene il segretario del Pd Giuseppe Capriotti: “Condividiamo la sospensione della gara, ma chiediamo di sapere come intendono procedere per la riqualificazione della piazza e la ristrutturazione dell’edificio, se ad esempio si riprenderà in considerazione il vecchio progetto o se ne farà uno nuovo. Ci dicano insomma come intendono muoversi”.

Capriotti ritorna anche sulla nomina del presidente del Consiglio comunale: “Con l’assegnazione delle deleghe alla minoranza per coinvolgere tutti nell’amministrazione della città si è fatto passare  un messaggio sbagliato, che sminuisce il ruolo dell’opposizione. Un vero gesto di coinvolgimento sarebbe stato invece quello di affidare la presidenza del Consiglio alle minoranze. Con un’elezione all’unanimità si sarebbe dato un segnale di cambiamento davvero importante”.

Un’ultima richiesta infine arriva da Buonaspeme: “per cinque anni Città Attiva si è lamentata della stanza assegnata in Comune alle minoranze, definendola un tugurio. Ebbene chiediamo che al posto di quel tugurio ci sia dato un locale più accogliente e funzionale, in cui possiamo anche ricevere i cittadini”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 528 volte, 1 oggi)