SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella finale playoff di ritorno valida per il passaggio di categoria si infrangono i sogni dei ragazzi del Futsal Portos, che nello sforzo finale non riescono ad acciuffare la tanto sperata promozione lasciando il posto ad una New Team ben più affamata. La gara, giocatasi al Palasport di Vallenoncello a Pordenone, ha infatti dimostrato la superiorità dei padroni di casa che si sono imposti con un secco 9-0, risultato che parla da sé sullo stato di forma dei friulani.

I ragazzi del patron Giorgi infatti si sono trovati davanti a quella che può definirsi la loro bestia nera: battuti in entrambe le occasioni in campionato, anche la scorsa settimana nella cornice del Palaspeca i Portossini non sono riusciti ad avere la meglio contro la New Team, ma in una partita combattuta fino all’ultimo e con una sconfitta assai limitata che lasciava ancora qualche spiraglio aperto per la qualificazione. Purtroppo però i ragazzi di Maurinho Dos Santos, dopo aver perso per espulsione uno dei giocatori chiave di tutte le gare playoff, Leleco Da Silva, e senza poter contare sul capitano Cesetti, hanno perso in corso d’opera anche il loro allenatore, anch’esso espulso, e hanno ceduto alla pressione della gara senza riuscire a concludere in rete e lasciandosi letteralmente travolgere dagli avversari.

Un peccato, perché la squadra sambenedettese aveva fin qui fatto un percorso formidabile, conquistandosi il titolo di vera rivelazione di questi playoff grazie agli straordinari risultati prima con il Sotedi Jesolo, doppiamente battuto nella prima fase, e alla grande prestazione nella seconda fase a triangolari, in cui i caffettani avevano battuto prima L’Arena portandosi infine al vertice del proprio mini-girone con una grande partita disputata in casa contro il Sinnai. Un peccato certo, ma di sicuro un risultato di prestigio per una neopromossa nel campionato di Serie B, che oltre al traguardo playoff è andata a giocarsi le Final Eight di Coppa Italia. Tutti eventi impensabili ad inizio stagione, che vanno a sommarsi alle altre soddisfazioni legate al campionato Under 21, con la squadra che ha vinto il titolo regionale e che è arrivata tra le prima quattro in Coppa Italia, e all’andamento formidabile delle ragazze che sono arrivate ai playoff di Serie A andando a giocarsi la possibilità di vincere lo scudetto, nonostante questo non sia arrivato.

Non possiamo dunque che augurare alla società, attivissima anche nel settore giovanile, di ripetere un’annata storica come questa, e perché no, di arrivare anche più in alto.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 307 volte, 1 oggi)