COLONNELLA – Aumentano le tariffe per l’iscrizione degli anziani alle terme e il gruppo di minoranza “Insieme per Colonnella” protesta contro l’amministrazione Pollastrelli per non aver allineato i costi a carico dei partecipanti a quelli degli anni precedenti.

“L’aumento delle tariffe per il soggiorno termale riservato agli anziani – si legge in una nota – non appare giustificato in relazione a quello della spesa prevista per quest’anno. Infatti, mentre nel 2011, nell’ultimo anno dell’amministrazione Iustini, il costo del soggiorno termale era stato pari a 21.500 euro, nel 2012 la cifra ammonterà a 22.750 euro, dovuto anche al cambio di località e su cui l’opposizione non ha nulla da eccepire: un aumento di circa il 5% è infatti tollerabile se dovuto ad una nuova meta e ad una diversa erogazione del servizio.

Ciò che invece il gruppo di minoranza critica – prosegue la minoranza – è che questo aumento percentuale della spesa non è lo stesso applicato sulle tariffe: ai cittadini verrà chiesto infatti di pagare un 30% in più. In valore assoluto, gli anziani rientranti nella prima fascia vedranno aumentare la quota di 30 euro, quelli della seconda di 40 euro e quelli della terza di 55 euro. Tale incremento potrebbe sembrare poco rilevante: non è così se si tiene conto della crisi finanziaria, dell’aumento della pressione fiscale e del costo della vita e dell’introduzione dell’Imu. E purtroppo così è stato: alla data del 22 maggio, giorno di chiusura delle iscrizioni, risultano iscritte appena 26 persone, mentre un anno fa erano 39. Ciò dimostra che la preoccupazione manifestata dal gruppo di minoranza, anche in Consiglio comunale, aveva un riscontro reale: a fronte delle difficoltà economiche, alla fine gli anziani colonnellesi hanno dovuto rinunciare al soggiorno termale.

Secondo il gruppo di minoranza “Insieme per Colonnella”, l’amministrazione Pollastrelli ha perso un’ottima occasione per fare una “bella figura” con i cittadini: infatti essa avrebbe potuto accollarsi interamente l’esiguo incremento delle spese, che ricordiamo è stato di appena 1.250 euro, mantenendo bloccate le tariffe, almeno per questo difficile anno, e senza richiedere nuovi soldi ai colonnellesi. Peccato che a fare le spese di questa infelice scelta – conclude la nota – sia stata proprio la popolazione anziana, già messa in difficoltà dalla crisi economica”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 203 volte, 1 oggi)