SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Incentivare una cultura alimentare più consapevole e attenta, valorizzando peculiarità enogastronomiche, turistiche e culturali del territorio. Questo è l’obiettivo del progetto “Tra l’orto e il Porto – Happy Food” promosso dalla Provincia di Ascoli Piceno in collaborazione con l’Istituto Tecnico Agrario “Celso Ulpiani” di Ascoli, l’Ipssar “Buscemi” di San Benedetto e l’Università di Camerino – facoltà di Scienze della Nutrizione.

Ad illustrare contenuti e finalità dell’iniziativa sono stati, nella sede dell’“Ufficio Europa” di San Benedetto,  il Vice Presidente della Provincia e Assessore alle Politiche Giovanili Pasqualino Piunti, il Dirigente Scolastico dell’Alberghiero Alfonso Sgattoni, il funzionario dell’Ente Alessandro Bruni e il consigliere provinciale Raffaele Rossi. “Si tratta di un risultato eccellente – ha spiegato il Vice Presidente Piunti – che ha rende merito all’impegno e alle idee dell’amministrazione, che su impulso del Presidente Celani è all’avanguardia nel campo delle politiche giovanili.

Ambito che ha già visto l’Ente primeggiare nell’ambito delle “Buone Prassi” con l’assegnazione di un prestigioso riconoscimento nazionale”. Il dirigente scolastico Sgattoni, ringraziando “la Provincia per l’attenzione e l’impegno che rivolge al mondo della scuola e alla valorizzazione dei prodotti tipici”, ha illustrato nei dettagli l’appuntamento che si terrà mercoledì 31 maggio a San Benedetto nelle aule dell’Istituto Alberghiero “Buscemi”.

Si tratta di quattro gustosi menù preparati dagli studenti delle III classi dell’Ipssar in rappresentanza di 4 zone del territorio provinciale (Adriatico, Sibillini, Colline Picene e Città di Ascoli), che si contenderanno la conquista del simbolico premio: “Il Sedano d’Oro”. Una speciale giuria composta da chef dell’Istituto e da esperti definirà la graduatoria dei vincitori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 230 volte, 1 oggi)