SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dalla metà di aprile il “Piedibus”, l’iniziativa attraverso cui i bambini delle primarie si radunano in punti di raccolta da cui vengono accompagnati a scuola da genitori e insegnanti, inserito nel progetto Eco-School, si arricchisce di una nuova opportunità di arricchimento dell’educazione dei più piccoli.

Il plesso “Nicola Miscia” del I circolo e il plesso “Armando Marchegiani” del Paese alto del III circolo didattico, in collaborazione con alcune associazioni di promozione sociale, propongono ai loro allievi laboratori di educazione stradale e sulla raccolta differenziata.

Gli incontri si svolgono il sabato, nella prima ora di lezione: i bambini arrivano a scuola con il “Piedibus” e, negli spazi aperti, attraverso interventi ludico-didattici concordati con le insegnanti , i volontari delle associazioni forniscono informazioni di base riguardanti il comportamento stradale e la raccolta differenziata. I bambini vivono un’esperienza come automobilisti o pedoni all’interno di un percorso delimitato da segnaletica e, grazie al supporto di personale della Polizia Municipale, verificano la correttezza del loro comportamento.

Per quanto riguarda la gestione della raccolta differenziata, i bambini sono coinvolti nel separare gli oggetti in base al materiale di cui sono composti utilizzando gli appositi sacchetti che vengono distribuiti nella nostra città. Il programma prevede anche la possibilità per i bambini di cimentarsi con altre attività come il cruciverba “Eco-mobile” e, per concludere l’anno scolastico, i volontari delle associazioni stanno preparando uno spettacolo di clown che affronta i temi trattati negli incontri precedenti.

Le associazioni e le dirigenze scolastiche ringraziano il comando di Polizia Municipale per la collaborazione prestata, le maestre che si impegnano nella riuscita del progetto ed i volontari delle associazioni “Arte viva” e “Astralmusic”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 100 volte, 1 oggi)