TORTORETO – Uno sconto del 25% sulla tassa dei rifiuti ai cittadini che fanno il compostaggio domestico. Lo ha deciso il Consiglio comunale di Tortoreto attraverso l’approvazione di un apposito regolamento. Tortoreto è uno dei Comuni che ha aderito al progetto “La Terra ringrazia” promosso dalla Provincia di Teramo per favorire la diffusione del compostaggio domestico. Ad oggi sono 25 i Comuni dove si fa compostaggio grazie alle compostiere distribuite gratuitamente dalle amministrazioni locali e si calcola (Rapporto rifiuti 2011) che questa buona pratica consentirà di smaltire in maniera naturale e, cosa ancor più significativa, senza costi, oltre 1000 tonnellate di organico.

In molti Comuni ci si appresta a seguire l’esempio di Tortoreto (nel  Comune si raggiunge il 60,69% di raccolta differenziata) prevedendo una tariffa scontata per quei cittadini che smaltiscono l’organico in casa utilizzando le compostiere sistemate nei giardini.

“Quello di Tortoreto rappresenta un buon esempio da seguire, mi auguro che i Comuni prevedano nei regolamenti uno sconto sulla Tia o sulla Tarsu per chi fa compostaggio premiando i cittadini che stanno adottando buoni comportamenti”  dichiara l’assessore all’Ambiente, Francesco Marconi che sottolinea un altro aspetto: “il volume di organico che viene smaltito con le compostiere viene calcolato nella percentuale di raccolta differenziata e, quindi, fa aumentare il livello di differenziata a favore dei Comuni”.

I dati sul numero di compostiere distribuite è ancora parziale perché proprio in questi giorni l’Osservatorio sui rifiuti della Provincia sta procedendo al monitoraggio ma già emergono alcuni casi di eccellenza: a Sant’Omero ne sono state distribuite 578, 196 a Montefino, 260 a Colonnella. La Terra Ringrazia è un progetto che prevede due tipi di azione: una rivolta ai Comuni, l’altra al mondo della scuola ed è realizzato in collaborazione con la Scuola Verde di Isola del Gran Sasso che cura gli incontri di formazione e informazione.Il compostaggio domestico è un metodo semplice e facilmente applicabile da tutte le famiglie che, imitando il ciclo della natura (in maniera controllata e accelerata), permette di ottenere dalla decomposizione dei rifiuti organici (scarti di cucina e del giardino) un terriccio ottimo per il giardinaggio e per l’agricoltura.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 247 volte, 1 oggi)