Per vedere i video cliccare in basso a destra
Interviste di Caterina Mascaretti
Riprese e montaggio di Maria Jose Fernandez Moreno

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Battuta d’arresto per i ragazzi del Caffè Portos, che nella cornice del PalaSpeca devono arrendersi ai rivali della New Team Gorizia terminando la finale di andata valida per la promozione sul 2-3. Risultato che lascia l’amaro in bocca ma permette di mantenere vive le speranze dei “portossini” ai quali serve una vittoria con almeno due gol di scarto per passare in A2. La gara, sentitissima sia dai giocatori che dal pubblico casalingo, ha visto inizialmente il vantaggio del Portos con un successivo ribaltamento di risultato da parte degli avversari, che chiudono in parità il primo tempo e si portano subito in vantaggio nel secondo, e le speranze riaccese dal pareggio di Mauro Dos Santos si spengono poco dopo con l’ultimo gol della New Team a pochi minuti dal termine della gara e con l’espulsione di Da Silva per i locali.

A fine partita abbiamo ascoltato il parere del patron Salvatore Giorgi, che ha così commentato la prestazione dei suoi, con un occhio già puntato alla gara di ritorno: “La partita è aperta a tutti i risultati ancora, un gol di svantaggio si può recuperare. La loro è una squadra fortissima, sicuramente più forte di noi, ma abbiamo giocato con il cuore e fatto una grande prova, peccato per gli episodi che ci hanno sfavorito. Comunque sono soddisfatto dell’andamento della gara. Sicuramente sabato prossimo faremo del nostro meglio, già giocheremo in casa loro e questo è di per sé uno svantaggio. Faremo la nostra gara, ci mancherà un giocatore importante (Da Silva), daremo il cuore provando a rifare l’impresa, anche se non sarà facile.”
Una piacevole sorpresa è stata l’affluenza del pubblico, e a proposito il patron ha dichiarato: “Sicuramente questo prosieguo post campionato sta piacendo a tanti, siamo una delle poche squadre a giocare ancora, perciò un po’ per questo un po’ perché mancano poche partite il pubblico ci segue e vogliamo fare bene anche per loro.”

L’autore del gol del vantaggio del Portos, Leonardo Preisler, ha voluto comunque confermare la buona prestazione di tutta la squadra: “Abbiamo giocato una buona partita e abbiamo provato a vincere fino alla fine però loro sono una bella squadra che è venuta qua per la vittoria.Ora dobbiamo fare un gran lavoro in settimana per andare da loro e provare a vincere perché io credo nella squadra e sono certo che possiamo fare un’altra bella partita.”
Interrogato poi su quali possono essere stati gli errori della squadra, il giocatore ha risposto così: “Abbiamo commesso troppi errori perché loro hanno fatto pressing, non hanno dato molti spazi ma adesso il pensiero è ad andare la giocare a pari con loro. Vogliamo vincere Fino alla fine crediamo di potercela fare.”

Infine è l’allenatore Mauro Dos Santos ad esprimersi su quanto accaduto questo pomeriggio: “Sicuramente abbiamo capito che possiamo giocare a pari con tutti quanti, anche loro hanno giocato molto bene e quando due squadre si affrontano in finale vuol dire che sono due squadre forti. Andremo a fare il 100% perché adesso ho promesso loro che se oggi ho giocato a cento settimana prossima giocherò a mille. Voglio portare più avanti possibile questa squadra. Sono soddisfatto di tutto, dal pubblico all’intera stagione.”
Un’ultima domanda poi a Maurinho su quanto possa influire la pressione di dover vincere a tutti i costi: “Quando si va a giocare per vincere per forza l’atteggiamento, la testa, cambia tutto. Dobbiamo soprattutto cercare di non prendere gol, con un gol di scarto possiamo ancora sperare nei supplementari. Ma il calcio a 5 è uno sport in cui basta un attimo di concentrazione e di voglia per poter cambiare un risultato e un’intera partita.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 619 volte, 1 oggi)