GROTTAMMARE – Autorità sotto accusa. Non è ancora chiara la vicenda accaduta in casa di Marco Pennesi. Dopo un primo sopralluogo effettuato, ci risulta per un controllo, dai Vigili Urbani del Comando di Grottammare, il 14 maggio scorso, in cui è stata richiesta formalmente la presenza del noto imprenditore grottammarese, le autorità sono state “pizzicate” sul posto, di nuovo, il 15 maggio, senza che Pennesi ne fosse informato.

Questi ha però visto, attraverso il proprio Ipad, collegato con le telecamere di sorveglianza, due agenti di polizia municipale che insieme all’ex moglie procedevano alla disattivazione e al relativo oscuramento della telecamera. Le tre donne, forse pensando che staccando l’alimentazione elettrica le telecamere cessassero di riprendere, sono state immortalate non sapendo che le medesime apparecchiature erano supportate da un gruppo di continuità.

Forse mancava l’occhio del proprietario ma a vigilare, accuratamente, c’era quello delle telecamere perimetrali, che le donne, non se ne conosce il motivo, hanno subito provveduto ad oscurare. Come? Anche attraverso l’utilizzo di un panno bianco e ne abbiamo la prova dal fotogramma inviatoci.

L’imprenditore, assistito dal proprio legale di fiducia Andrea Franco, depositerà il 18 maggio la denuncia.

I dubbi sulla faccenda rimangono, e molti. Attendiamo aggiornamenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.602 volte, 1 oggi)