GROTTAMMARE – L’ennesimo ripascimento che riguarda il tratto di spiaggia a sud del Tesino, ha scatenato di nuovo la polemica da parte dell’opposizione. Il gruppo di minoranza, “Grottammare Futura” parla infatti di “ripascimento infinito”.

“Non sono bastati due milioni di euro di ripascimenti- commenta il capogruppo Sandro Mariani-sabbie nere, mescolate a cattive informazioni, accompagnate a smentite alle nostre osservazioni che ponevano seri dubbi sull’intervento, dubbi supportati da studi e documenti di facoltà universitarie, sfociati in un confronto dinanzi alla stampa tra il sottoscritto e l’ingegner Vincenzo Marzialetti, dirigente Regione Marche. A distanza di due anni sono scomparsi due milioni di euro di sabbia e l’amministrazione continua a ripascere l’arenile posto a sud del Tesino. Con i relativi costi a carico della comunità”.

Il gruppo di Grottammare Futura dichiara di non voler passare come profeta inascoltato, ma solo ribadire che la democrazia è fatta di ascolto e di considerazione, soprattutto degli appelli motivati e che “la presunzione di qualcuno la paga la comunità”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 526 volte, 1 oggi)