GROTTAMMARE – Chi ha diritto a decidere il cambiamento dei territori? Con quali strumenti gli abitanti possono tutelare i beni comuni e la qualità delle loro vita? Quale il ruolo dei tecnici, dei cittadini, delle associazioni di volontariato, dei giovani e della scuola? Questi i temi dell’incontro “Scelte Urbanistiche e Diritto all’Autogoverno”, che si terrà domenica 20 maggio alle 21.00 presso la sala consiliare del Comune di Grottammare.

A discuterne saranno Rita Micarelli, coordinatrice del Contratto di Fiume-Paesaggio del medio Panaro, e Giorgio Pizziolo, ordinario di Analisi e pianificazione territoriale presso la facoltà di Architettura di Firenze, impegnato nella ricerca sperimentale della partecipazione attiva dal basso per progetti di nuova economia nelle “città del dopo-crisi”, basati su modi innovativi di intendere l’abitare e la convivenza urbana e ambientale.

Inoltre Anna Lisa Pecoriello, del laboratorio LaPei sempre dell’Università di Firenze, entrerà nel merito di quanto si sta facendo nelle Marche, fornendo spunti di lettura critica sulla legge regionale di iniziativa popolare “Per la tutela del paesaggio, lo sviluppo ecocompatibile ed il governo partecipato del territorio della regione Marche” elaborata dalla rete di associazioni Forum Marche Per la Terra e il Paesaggio

Un incontro-dibattito, dunque, per conoscere le esperienze più avanzate di progetto di luogo, ma anche per discutere gli strumenti con cui arginare lo sfruttamento del territorio nelle Marche,regione contesa tra cemento, rigassificatori, stoccaggio di gas, impianti fotovoltaici a terra e altre forme invasive della cosiddetta “Green economy”.

Quello del 20 maggio è uno degli appuntamenti previsti dal progetto “Luoghi da rivivere. Volontari, studenti ed esperti progettano relazioni e spazi di vita” finanziato dal Csv Marche, ideato e realizzato da una serie di associazioni di volontariato, in rete con l’Istituto d’Istruzione Superiore “Fazzini- Mercantini di Grottammare, con la direzione didattica “Speranza” della stessa città, con l’assessorato all’ Ambiente del Comune di Grottammare e quello ai Servizi Sociali del Comune di Ripatransone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 88 volte, 1 oggi)