Per vedere i video cliccare in basso a destra

in tempo reale

PIGNOTTI Giochiamo così dall’inizio, siamo d’acciaio dall’inizio dell’anno, oggi abbiamo dimostrato di essere la migliore squadra del girone, il risultato secondo me è giusto, secondo me. Oggi c’è stato un arbitro di qualità.

Il pubblico? Penso che sia unico, è la migliore tifoseria delle Marche, secondo me d’Italia, non ci sono parole, cosa dire ad una curva del genere? La palla nella rete ce la mettono da sola. Vorrei che anche gli imprenditori si possano muovere, perché c’è la possibilità di fare qualcosa di importante, un gruppo unito, una società che tiene, se qualcuno vuole partecipare, io credo che si potrebbe fare qualcosa di importante.

Non ci sono ancora contatti.

Ora contatti, è da luglio che questa società è bella. Qualcuno ha fatto delle critiche costruttive forse, qualcuno un po’ meno, noi sapevamo di aver costruito qualcosa di importante, certo, nulla di eccezionali, ma abbiamo fatti delle buonissime partite.

La Samb dei tempi d’oro? Ci proviamo, purtroppo non possiamo unire gli imprenditori, è vero che la situazione è deleteria. Non faremo mai promesse, né io né Claudio, cercheremo di fare il meglio in base alle nostre possibilità.

Ripescaggio? Vedremo, non dipende da noi.

BARTOLOMEI Sono emozionato, vedere questo tifo è una cosa che mi fa venire la pelle d’oca sono felice per questo momento, abbiamo gioito insieme nello spogliatoio come è giusto per una squadra che vince, ringrazio tutta San Benedetto. Adesso aspettiamo due mesi, per capire a vedere cosa succederà a livello economico e finanziario alla Samb. Noi vogliamo rafforzare questa squadra, sicuramente non serve molto, aspettiamo questi due mesi per vedere cosa possiamo fare, ci metteremo tutto il nostro impegno e vedremo cosa occorrerà farsi.

CIMMINO Sono felice di quello che stiamo facendo e potremo ancora fare, sono contento, credo che sia per tutti noi un bel momento, tutti insieme. Speriamo di continuare domenica prossima.

SPADONI Risultato meritatissimo, tutti questi mesi, e anche questa settimana mi ha dato fastidio sentire che le altre squadre sono più forti di noi. Siamo arrivati secondi con merito, l’Ancona l’abbiamo battuta tre volte. Adesso faremo mezza giornata di festa e poi noi cercheremo di vincere tutte le partite, ma mi auguro che qualcuno guardi cosa è successo oggi allo stadio, e lo dico anche per l’Ancona, una partita del genere non si può giocare in Serie D.

PALLADINI Ringrazio tutto il mio staff, da Voltattorni a Marcelli, se io ho realizzato qualcosa con i ragazzi lo devo a loro. Adesso andremo avanti, non vogliamo finire qui, fino alla fine. Ringrazio anche Deogratias, allenatore dei portieri.

Nel primo tempo abbiamo fatto bene, anche se loro hanno avuto la prima occasione da gol, siamo stati fortunati, ma è stato bravo Carteri che è riuscito a segnare nella partita più importante. Non è facile giocare ogni due o tre giorni, ma hanno retto alla grande.

Sapevo che giocavano a 3 dietro, per questo con tre attaccanti, di cui due larghi, abbiamo fatto in modo che i due esterni di centrocampo non potessero spingere. Non era facile, perché eravamo molti stanchi. Vogliamo dare altre soddisfazioni ai tifosi, oggi grande pubblico, deve far riflettere a tutti, il livello e le potenzialità di questa piazza.ù

TRILLINI Faccio i complimenti alla Samb, alla dirigenza, allo staff tecnico, al mio amico Ottavio, ci tenevamo molto ad andare avanti, ho visto che anche la Samb ci teneva. Peccato, questa valeva una finale nazionale, con un pubblico di alto livello. Questa era una partita ad alto rischio psicologico, andavano bene solo gli episodi, naturalmente la Samb ha giocatori come Napolano e Di Vicino che negli spazi si muovono bene, anche noi abbiamo Santoni e Genchi, ma gli episodi sono fondamentali, è arrivato il gol per loro, noi avevamo qualche acciaccato.

Io penso che questi play off non daranno certezze alla Lega, poiché si va verso la riforma della C vera, io non ho mai visto il pubblico di oggi in Serie C e sono diversi anni che faccio la C. Portiamo in C città con il pubblico, sono convinto che alla fine ci sarà un premio per città come San Benedetto, Ancona, Messina, Cosenza, facciano campionati veri. Un pubblico come quello di oggi c’è da portare la foto a Macalli e dire ecco qua, ed era un giorno feriale, altrimenti ci sarebbe stata più gente da Ancona e da San Benedetto, questa è una C1 importante, anzi Serie B.

CARTERI (arriva tra gli applausi) Il gol finalmente è arrivato e finalmente in una partita importante, una gran partita contro una buonissima squadra, sappiamo soffrire e soffrendo. Ora ci confronteremo con squadre di alto livello.  Il pubblico? Non si può confrontare con Cittadella e tante altre società, ci danno una grossa mano e noi diamo tutto quello che abbiamo, io voglio finire il meglio possibile. Il gol lo dedico a mia moglie, Elena.

IANNI Cerco sempre di dare il massimo, un merito per me stesso ma per tutto il gruppo, chiunque entra non fa rimpiangere chi manca. Lo stesso fa ad esempio Voinea. All’inizio è vero, hanno avuto un paio di occasioni, ma poi abbiamo vinto meritatamente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.325 volte, 1 oggi)