SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ iniziato da Porto d’Ascoli il “tour de force” che porterà gli esponenti dell’Amministrazione comunale ad incontrare i cittadini per illustrare le linee essenziali del bilancio di previsione dell’Ente e sollecitare le proposte della cittadinanza su cosa realizzare con i fondi appositamente destinati alle opere per i quartieri che per il 2012 ammontano a 200.000 euro.

Si è infatti svolta ieri sera, martedì 10 maggio, nella sala “San Francesco” della parrocchia di Cristo Re la prima assemblea del “Bilancio Partecipativo” a cui hanno preso parte gli assessori Fabio Urbinati, Luca Spadoni, Leo Sestri, Paolo Canducci e Marco Curzi, i consiglieri Pierfrancesco Morganti, Vinicio Liberati e Domenico Pellei oltre ai presidenti dei tre quartieri interessati, Maria Teresa Antonelli (Mare), Elio Core (Porto d’Ascoli centro) e Antonio Focarile (Sentina).

Introducendo la serata, l’assessore al bilancio Urbinati ha presentato una analisi delle difficoltà che hanno contraddistinto l’approvazione del documento previsionale “dovute sia al taglio di 3,5 milioni di euro da parte del Governo centrale, sia all’effetto del patto di stabilità interno che limita la spesa in conto capitale ovvero quella destinata dall’Ente per effettuare i lavori pubblici e che per la città sarà di 5 milioni di euro”.

L’incontro è poi proseguito con un fitto e pacato scambio tra gli esponenti dell’Amministrazione e i residenti dei quartieri attraverso le istanze portate a conoscenza dai presidenti dei quartieri. Prevalentemente è stato chiesto la soluzione di alcuni problemi inerenti la viabilità, le condizioni delle strade, la manutenzione di marciapiedi, delle aree verdi (Parco Eleonora, Paola e Ristori), un maggior presidio della Polizia Municipale nei quartieri oltre a chiarimenti su come verranno  ridistribuite le somme in bilancio destinate ai quartieri.

Nello specifico si è parlato di riqualificazione e messa in sicurezza di piazza Setti Carraro che, ha assicurato l’assessore Sestri, avverrà in concomitanza con i lavori di messa a norma della scuola “Cappella” (un investimento di 1 milione di euro per prevenire eventuali problemi di natura sismica) e con la riqualificazione dell’ex Consorzio Agrario. Dal comitato di quartiere Mare è arrivata la richiesta del proseguimento della riqualificazione di via Mare e del prosieguo della pista ciclabile. L’assessore Spadoni ha illustrato la volontà dell’Amministrazione di effettuare i lavori per le realizzazione di una pista ciclabile che colleghi piazza Salvo D’Acquisto con il sottopasso di via dell’Airone attraversando il quartiere Sentina.

Il presidente Focarile ha anche illustrato la necessità da parte degli anziani residenti alla Sentina di avere una luogo dove incontrarsi e, da parte del Comitato, di disporre di una sede per riunirsi. A questa richiesta gli assessori Sestri e Canducci hanno avanzato la proposta di ricavare volumi da destinare a queste iniziative grazie all’approvazione del “progetto Casa” per l’ex Remer (lo stabilimento industriale all’ingresso della Riserva) e per un immobile attualmente in costruzione in via San Francesco.

Alcune perplessità sono state sollevate dai cittadini in merito alla nuova istituzione dei parcheggi blu nella zona sud rispetto alla quale Spadoni ha ribadito che “vi è l’esigenza di uniformare su tutto il territorio la sosta a pagamento al fine sviluppare una nuova cultura della mobilità sostenibile”. Inoltre ha ricordato che, sempre nella zona, vi sono oltre 100 parcheggi liberi in via Scarlatti e gli stalli sotto il viadotto dell’Ascoli mare.

Il prossimo incontro si terrà venerdì 18 maggio, alle ore 21,15, presso la palestra Polivalente “Sabatino D’Angelo” che riguarderà i quartieri Agraria, Fosso dei Galli e Salaria.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 318 volte, 1 oggi)