TERAMO – Le recenti elezioni amministrative hanno mostrato in tutta Italia il bisogno della popolazione di essere rappresentata da volti nuovi, più vicini alla vita quotidiana di ognuno e lontani dall’ambiente politico italiano ormai stantio.

Il terremoto politico rappresentato dal Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo a livello nazionale e il trionfo locale della lista civica a Martinsicuro sono segnali chiari della sfiducia dei cittadini verso le vecchie formazioni e i vecchi schieramenti.

A tal proposito il vice segretario del Pd provinciale di Teramo, Sandro Mariani, annuncia le primarie all’interno del partito, convinto che sia il metodo migliore per “salvare la politica, quella vera, quella fatta di persone che si impegnano, seriamente, concretamente, per portare avanti una scelta, una passione, un territorio e le persone che lo vivono”.

Lo scopo del partito democratico, in vista delle future elezioni, è quello di offrire un confronto tra cittadini e classe politica, impegnata non soltanto a dare nomi da votare, ma a basarsi su idee, parole e vicinanza alle persone.

Non ci limiteremo ovviamente alla nostra realtà – continua Mariani – penso con favore alla possibilità che il percorso di incontro del territorio del comune di Teramo, portato avanti dai nostri consiglieri comunali, trovi il suo sbocco naturale nelle primarie per la scelta del candidato sindaco, così come per le politiche che rappresentano una scadenza sicuramente più vicina. Vogliamo infatti impegnarci sin d’ora ad esportare questo metodo anche a livello di dirigenza regionale del nostro partito, perché crediamo che sia il momento di far arrivare alle orecchie dei cittadini abruzzesi, l’eco della rivoluzione culturale politica che vogliamo mettere in atto, anche per la scelta del futuro candidato presidente”.

Saranno le urne a rispondere alle necessità politiche del popolo e a mostrarci quanto il Pd teramano riuscirà a far apprezzare le sue idee. 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)