PLAY OFF SERIE D. Mercoledì prossimo al Riviera delle palme uscirà la finalista del girone F di serie D. La Samb o l’Ancona con il vantaggio da parte dei rossoblu la possibilità (oltre alla vittoria naturalmente) di finire in parità dopo i tempi supplementari. La formazione che si qualificherà entrerà a far parte delle otto squadre vincitrici degli altri otto gironi. Questa attualmente la situazione:

Girone A: Santhia-Lavagnese in casa del Santhia perché la Lavagnese arrivata quinta ha vinto per 1 a 0 in casa del Chieri che era arrivato secondo con ben 82 punti ad uno dalla vincitrice del girone Vallee d’Aoste

Girone B: Olginatese-Mapellobonate in casa dell’Olginatese perché il Mapellononate, arrivata quinto, ha vinto per 1 a 0 in casa del Pontisola che era arrivato secondo con 69 punti dietro alla vincitrice del girone Steril G. Castiglione

Girone C: Deltaportotolle-Legnago in casa del Delta P. Tolle perché arrivato secondo (67 punti) dietro alla vincitrice del girone Unione Venezia.

Girone D: Este –Mezzolara in casa dell’Este arrivato secondo (75 punti a pari del Mezzolara terzo) dietro alla vincitrice del girone Forlì.

Girone E: Castelrigone-Atletico Arezzo o Sporting Terni che giocheranno stasera. Favorito l’Atletico Arezzo (65 punti contro i 50 dello Sporting Terni) arrivato secondo dietro la vincitrice del girone Pontedera.

Girone G: Marino-Pomigliano rispettivamente secondo e terzo con 64 e 53 punti.
Girone H: Sarnese-Casertana rispettivamente seconda e quarta con 71 e 65 punti. La Casertana ha battuto clamorosamente l’Ischia a casa sua per 4 a 0.
Girone I: Nuovo Cosenza-Messina rispettivamente secondo e terza con 59 e 56 punti.

Domenica 20 maggio – terza fase – a questa fase parteciperanno le nove formazioni vittoriose dei “Play off” di ogni girone (le vincitrici delle nove gare sopra elencate) più la migliore semifinalista di Coppa Italia di Serie D (Viterbese o Bogliasco d’Albertis) individuata  dal Comitato Interregionale attarverso il calcolo del miglior quoziente punti totalizzato nelle gare della stessa manifestazione al termine dei tempi regolamentari. Dieci quindi saranno i team che disputeranno questa fase e sarà il Comitato Interregionale a individuare cinque teste di serie (per questo motivo ho messo i punti in classifica sui quali il Comitato si baserà per chi dovrà giocare sul proprio campo) . Gli accoppiamenti verranno effettuati tenendo conto della minor distanza chilometrica e le partire, che saranno uniche, si disputeranno sul terreno di gioco delle squadre “teste di serie”. In caso di parità al 90′ niente supplementari ma direttamente calci di rigore.

Fanno un po’ sorridere i nomi delle squadre partecipanti quasi tutte sconosciute al grande pubblico calcistico con qualche eccezione come appunto Samb e Ancona, Casertana e Messina. Esaminando gli accoppiamenti mi sono divertito a fare una previsione su quali saranno le nove squadre che entreranno a far parte delle dieci “regine” dopo la seconda fase, insieme a Samb o Ancona.

Lavagnese-Olginatese-Legnago-Este- Castelrigone-Pomigliano, Casertana, Messina e la nona che verrà scelta a tavolino tra Viterbese e Bogliasco d’Albertis. La più vicina per un eventuale accoppiamento sarebbe la Viterbese o la Casertana. Sia la Samb che l’Ancona dovrebbero giocare in casa il terzo turno.

Per curiosità aggiungo che nella quarta fase alle cinque qualificate si aggiungerà il SandonàJesolo sconfitto nelal finale di Coppa Italia, mentre alle tre semifinaliste si aggiungerà il Sant’Antonio Abate, squadra campana cha ha vinto (il 3 maggio scorso) la Coppa Italia di serie D 2011-2012. Insomma un bel vantaggio, certamente più che arrivare secondi in campionato, partecipare alle semifinali e finali di Coppa Italia di “D”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.273 volte, 1 oggi)