SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le polemiche sulla Riserva Sentina o meglio sul Comitato di Indirizzo della Sentina, “declassato” ad una funzione solamente consultiva dopo l’emendamento approvato su proposta del consigliere regionale del Pd Paolo Perazzoli, fa rumore e oltrepassa lo spartiacque appenninico.

Riportiamo di seguito una breve considerazione di Giovanni Gazzeri, un cittadino romano che però ha a cuore San Benedetto ed è socio del Circolo dei Sambenedettesi.

“La decisione di annullare ogni potere decisionale del comitato amministrativo della Sentina, da parte del consigliere regionale Perazzoli,evoca tristi presagi sul destino di quella Riserva che è stata riportata a paradiso naturale da Pietro D’Angelo, con grandi sforzi. Chissà quali trame si celano e quali destini incombono sulla Sentina. Sono romano ma socio del Circolo dei Sambenedettesi, e vedere una città che ha tanta cura del verde cadere preda di chi sa quali giochi mi addolora”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 963 volte, 1 oggi)