NOTARESCO – Dopo un anno di coma, Antonio Santarelli, il carabiniere di 44 anni di Notaresco aggredito un anno fa da 4 ragazzi dopo un rave party, è morto all’ospedale di Imola dove era ricoverato. Il militare, il 25 aprile 2011 era in servizio nella cittadina toscana insieme al collega Domenico Marino e stavano effettuando controlli alla circolazione stradale quando fermò un’auto con a bordo 4 giovani che rientravano da un rave party. In auto Matteo Gorelli, all’epoca 19 anni e ora in carcere, e tre minorenni. Mentre controllavano i documenti ed effettuavano l’alcol test sul conducente, i due Carabinieri furono aggrediti e presi a bastonate in testa con il paletto di una recinzione. Poi i quattro si diedero alla fuga lasciando i militari a terra privi di sensi, ma vennero rintracciati e bloccati poco dopo. Santarelli dopo l’aggressione era entrato in coma e da allora non si era più ripreso, mentre il collega Marino, a seguito del pestaggio ha perso l’occhio destro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 508 volte, 1 oggi)