SANT’OMERO – Rafforzare il personale nei reparti di chirurgia, medicina e radiologia dell’ospedale “Val Vibrata” di Sant’Omero. A lanciare l’appello per il potenziamento dell’organico  carente, è il presidente dell’Unione di Comuni della Val Vibrata, Alberto Pompizi, che si rivolge  alla Direzione dell’Asl di Teramo, guidata dal Manager Giustino Varrassi.

L’attenzione del vertice dell’ente sovracomunale è puntata  sulle divisioni operative di maggiore  rilievo come appunto quelle di medicina, chirurgia e radiologia,  dove attualmente si registra una carenza di organico, cioè una situazione critica, che, nella prossima stagione estiva, con la  periodica maggiore affluenza per le presenze turistiche nei centri vibratiani, potrebbe creare ulteriori difficoltà nel funzionamento dei reparti del nosocomio.

“Nelle divisioni di medicina, chirurgia e radiologia dell’ospedale di Sant’Omero c’è scarso numero di operatori sanitari in servizio – dice Pompizi-, e questo è il momento di prepararsi per la stagione estiva con l’arrivo dei turisti nella nostra zona. Non solo. Il rafforzamento del personale è necessario e servirà anche e soprattutto a contrastare ulteriormente il fenomeno della mobilità  passiva verso le Marche. Invito quindi la dirigenza dell’Asl di Teramo a provvede alle assunzioni per la dotazione adeguata  di personale nei reparti di medicina, radiologia e chirurgia, dove manca effettivamente  personale. In medicina ci sono attualmente  solo cinque medici, che non sono certo sufficienti  per garantire un efficiente servizio ai turisti che si rivolgeranno alla nostra struttura ospedaliera: infatti, ne servirebbero almeno sei o sette; il primario è assente da dicembre  perchè ammalato. In radiologia sono rimasti solo tre o quattro medici, mentre all’ospedale di Teramo ce ne sono in servizio circa 13: alcuni potrebbero essere quindi spostati all’ospedale di Sant’Omero”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 613 volte, 1 oggi)