CUPRA MARITTIMA – I dati riguardanti l’andamento della raccolta differenziata a Cupra Marittima sembrano essere incoraggianti. La percentuale infatti, grazie alla recente introduzione del porta a porta spinto nell’area centrale del paese, è arrivata al 39%.

L’assessore all’ambiente Marco Malaigia spiega con una lunga dichiarazione la situazione cuprense: “I dati sono incoraggianti e con l’impegno di tutti i cittadini si spera di arrivare in futuro almeno al 60%. Colgo l’occasione però per rivolgermi appunto agli abitanti di Cupra e fare appello affinché si conferiscano i rifiuti nella maniera giusta. Ricordo infatti che bisogna esporre fuori dalla propria porta di casa il sacchetto giallo ed il sacchetto azzurro ogni lunedì mattina, mentre i sacchetti neri dell’indifferenziata il martedì ed il sabato mattina.

Fino ad oggi i cittadini li lasciavano in strada già a partire dalla sera prima ma questo d’ora in poi non sarà più possibile poiché con l’arrivo dell’estate lasciare per le vie del centro i sacchetti dei rifiuti durante le ore notturne renderebbe la situazione invivibile: se i sacchetti sono conferiti al mattino si eviterà il senso di disordine in giro per le strade. Inoltre, mentre prima erano stati stabiliti dei punti di raccolta comune, ora abbiamo constatato che è più semplice per ogni famiglia depositarli fuori dalla propria porta di casa.

Se vengono tirati fuori i sacchi nei giorni sbagliati, questi rimarranno dove sono stati lasciati fino al giorno previsto per il ritiro e saranno presi in considerazione dalla Polizia Municipale che provvederà ad agire con multe che vanno dai 50 ai 250 euro. Gli agenti, che hanno ricevuto l’ordine di essere inflessibili soprattutto in vista della stagione calda, hanno già multato purtroppo 5 famiglie. Questo ci rammarica dati i tempi di crisi, ma i cittadini devono stare attenti e conferire nel modo giusto. Per ora ritardiamo volutamente l’estensione del servizio porta a porta spinto anche nelle altre aree del paese proprio perché prima vogliamo perfezionarlo nel centro urbano.

Altro fatto spiacevole che viene fatto presente da Malaigia riguarda l’errato conferimento di potature ed ingombranti: “Esiste un servizio gratuito e a domicilio che prevede il ritiro dei rifuti ingombranti e delle potature direttamente a casa del cittadino. Questo servizio purtroppo non viene utilizzato dai cuprensi che invece li abbandonano vicino ai cassonetti.

Evitare questo spettacolo degradante è semplice, basta recarsi o chiamare in Comune all’ufficio ambiente, poi quest’ultimo provvederà a prendere appuntamento con la Picenambiente che arriverà direttamente a casa dell’interessato gratuitamente. Anche per quanto riguarda gli escrementi dei cani gli agenti applicheranno multe dai 50 ai 250 euro ai padroni che non provvederanno a pulire. L’amministrazione inizierà una campagna si sensibilizzazione apposita, stiamo infatti prendendo accordi con una ditta per la fornitura di apposite palette per cani.

I tecnici comunali stanno individuando un’area dove si possa realizzare una ricicleria per potature e ingombranti. Speriamo che i cittadini contribuiscano fattivamente al corretto conferimento. Solo così potremo diminuire la Tarsu che, ricordiamo, dal 2009 ad oggi non è stata mai aumentata”.

Per il rispetto dell’ambiente, per una corretto conferimento dei rifiuti, l’amministrazione partirà a breve con una campagna di sensibilizzazione dei cittadini con volantini, manifesti e fonica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 378 volte, 1 oggi)