SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ in pieno svolgimento la 9° rassegna “Donne d’Oriente”, dal sottotitolo “Seduzioni d’Oriente… e d’Occidente”, iniziativa ideata da Najma Asani, danzatrice e coreografa di fama internazionale, patrocinata dall’assessorato alla Cultura del Comune di San Benedetto del Tronto.

Dopo l’arrivo della dottoressa Saraswathi Rajathesh da Bangalore, la quale ha offerto un intenso seminario di danza in stile Bollywood (ispirato ai film indiani) e una suggestiva esibizione di Bharatanatyam, tutte le danzatrici e gli appassionati di danza orientale sono in attesa per ammirare l’affascinante danzatore argentino Oscar Flores, che interpreterà il personaggio di Vadim Massloff nel nuovo musical “Mata Hari”, scritto e interpretato dalla stessa Najma, che andrà in scena al Concordia sabato 12 maggio alle ore 21.

“La genesi di questa nuova opera è stata quasi magica – afferma Najma – Ho casualmente ascoltato alcune musiche che mi hanno ispirato delle immagini precise e dopo diversi provini, nei quali ho selezionato i partecipanti con l’aiuto della regista e attrice Mirella Treves e dei due talent-scout Walter Vaerini e Walter Scotucci, testi, liriche e coreografie erano già ben chiare nella mia mente, come se avessi già vissuto quei momenti.

Il personaggio di Mata Hari – prosegue –  è misterioso e complesso, per questo, pur essendo un’icona mondiale della danza orientale, avevo sempre accantonato l’idea di misurarmi con un tale mostro sacro. Alla fine non mi sono potuta sottrarre al suo fascino e Mata Hari mi ha completamente catturato, come è già avvenuto in passato per decine di attori e registi che ne hanno messo in scena la storia. Ho sentito di dover indagare a fondo, per quanto possibile, sulla vita di colei che è ritenuta la capostipite delle danzatrici orientali europee

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 99 volte, 1 oggi)