MARTINSICURO – “Noi siamo la vera rivoluzione perché rappresentiamo la normalità”. Andrea Buonaspeme ha così esordito nel suo discorso introduttivo alla senatrice del Pd Anna Finocchiaro, arrivata ieri sera a Martinsicuro a sostegno della lista di centrosinistra Cambiamo Insieme. Ad assistere al comizio in piazza Cavour, oltre a una folla numerosa, c’erano anche i 16 componenti della lista e molti esponenti del Pd, come il segretario provinciale Robert Verrocchio, il senatore Giovanni Legnini, il deputato Tommaso Ginoble e il consigliere regionale Giuseppe De Luca. “Finora sono stati anteposti gli interessi del singolo a quelli della comunità – ha aggiunto Buonaspeme – ci hanno propinato iniziative spot che nulla avevano di concreto. E’ ora di dire basta. Dobbiamo riconquistare il senso di appartenenza ad una comunità, e riappropriarci dell’orgoglio di essere martinsicuresi”.

Buonaspeme ha poi fatto un’ampia panoramica sulle principali questioni che interessano la cittadina, come la sicurezza, (“non basta solo il controllo del territorio, ma è necessario anche intraprendere politiche di accoglienza ed integrazione, perché a Martinsicuro siamo tutti martinsicuresi, dal primo all’ultimo cittadino, stranieri inclusi”), la riorganizzazione della macchina amministrativa, con la valorizzazione delle risorse interne al Comune (“i 96 dipendenti devono essere messi in grado di dare risposte veloci ai cittadini), il Prg da rivedere, per una città più sostenibile (“in passato sono state fatte scelte scellerate che ci hanno portato ad avere una città grigia, piena di cemento e di appartamenti sfitti) e la trasparenza amministrativa, con i Consigli comunali in diretta web e tutti gli atti pubblicati sul sito del Comune.

Ha poi parlato anche della bellezza, elemento di cui Martinsicuro deve riappropriarsi e saper valorizzare (“la nostra città ha tante bellezze: il mare, il biotopo, il parco archeologico, le associazioni culturali, le varie etnie). Non ha mancato poi di lanciare stilettate contro i gruppi civici “che in Consiglio comunale, sulle questioni importanti, sono stati bravi solo ad astenersi, mentre noi ci siamo sempre presi le nostre responsabilità”, e contro l’attuale amministrazione: “in cinque anni hanno saputo solo disfare e rifare progetti, senza realizzare nulla di concreto”. Il riferimento è al cinema Ambra e al porticciolo turistico, ma anche al Piano Spiaggia e al Prg.

“Questa amministrazione ha buttato soldi per fare progetti – è intervenuta poi la Finocchiaro – e ha combinato disastri. Ha avuto la propria occasione per amministrare ma non è stata in grado di coglierla, quindi ora si faccia da parte”. La senatrice ha poi parlato di amministrazione partecipata e ha fatto un invito ai cittadini: “Siate molto esigenti con l’amministrazione che verrà, poiché si insedierà in Comune grazie a voi e dovrà rappresentare tutti i cittadini”. Ha poi anche lanciato un monito contro l’antipolitica: “Dove c’è l’antipolitica muore la speranza delle persone di cambiare le cose, e muore la capacità di ciascuno di cambiare le cose”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 607 volte, 1 oggi)